Vuoi la tua pubblicità qui?
06 Maggio 2021

Pubblicato il

Rapina la sua fidanzata, cassiera, coprendosi il volto

di Redazione

E' un 24enne romano il ladro che aveva messo in atto uno stratagemma per derubare la sua fidanzata, cassiera in una sala slot

Disoccupato e con un problema legato al consumo di stupefacenti, R.S., 24enne romano, aveva escogitato un sistema poco rischioso per procurarsi del denaro.  Nella tarda serata di ieri, con il volto coperto, nascondendo gli occhi  con degli occhiali da sole, è entrato in una sala slot nel quartiere Torrino e, senza parlare, ha consegnato alla giovane cassiera un biglietto con scritto a mano libera “ho una pistola in tasca, dammi tutto e non muoverti finché non vado via”. La ragazza, poco più che maggiorenne, gli ha consegnato i 7mila Euro che aveva nella cassa.

Gli agenti della Polizia di Stato, subito intervenuti sul luogo della rapina, hanno iniziato le indagini partendo proprio dalle lacrime della cassiera, particolarmente scossa dall’accaduto. I poliziotti, dopo aver visionato le immagini della videosorveglianza,  viste le fattezze dell’autore della rapina hanno sospettato che potesse essere proprio R.S, fidanzato della cassiera, che nel frattempo era venuto a prendere la ragazza sul posto di lavoro.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Il sospetto è diventato certezza a seguito delle perquisizioni eseguite dagli agenti del commissariato Esposizione, diretto dal dottor Francesco Zerilli, nell’abitazione e nell’auto di R.S. Gli investigatori hanno trovato tutti i vestiti che il ragazzo aveva indossato durante la rapina, gli occhiali da sole, un quaderno a righe da cui era stato strappato il foglietto minatorio ed i 7mila Euro. Nella cameretta sono state rinvenute e sequestrate alcune dosi di ecstasy  e di MDMA. Terminate le perquisizioni il ragazzo è stato arrestato e condotto presso il carcere di Regina Coeli.

Vuoi la tua pubblicità qui?
Vuoi la tua pubblicità qui?
 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento