Regione Lazio, al via la trasformazione dei beni confiscati alla mafia

Più di un milione di euro per ristrutturare alcuni beni appartenuti alla mafia. Lo ha deciso la Regione Lazio impegnata nella lotta alla criminalità e nella restituzione alla collettività dei beni confiscati, è quello di rafforzare la azioni di prevenzione e di contrasto alle forme di illegalità e criminalità.

Per questo sonmo stati già approvati i criteri e le modalità per la concessione in conto capitale di finanziamenti per la promozione di interventi per favorire un sistema integrato di sicurezza nell’ambito del territorio regionale previa approvazione di uno specifico avviso pubblico. 

Va da sè che gli  interventi devono essere finalizzati a garantire il riutilizzo e la funzione sociale dei beni confiscati alla criminalità ed essere funzionali alle attività e ai servizi da svolgere al loro interno.