Vuoi la tua pubblicità qui?
30 Settembre 2020

Pubblicato il

Rieti, giro di baby squillo

di Redazione

Arrestata una prostituta romena che era l'organizzatrice del giro

Nell'ambito della inchiesta sulle baby squillo a Terni, i Carabinieri hanno arrestato Aurelia Mudavoiu, una donna romena, che operava anche a Rieti, considerata l'organizzatrice del giro di prostituzione anche minorile.

Vuoi la tua pubblicità qui?

La giovane è accusata di favoreggiamento, sfruttamento e induzione alla prostituzione e, secondo quanto accertato nel corso dell'inchiesta, coordinata dalla Dda di Perugia, viene considerata dagli investigatori l'«ape regina» del gruppo: avrebbe gestito l'attività di due delle ragazzine e lei stessa si sarebbe prostituita tra Terni, Roma, Perugia e Rieti, contando su una clientela molto vasta e facolotosa.

I clienti della romena erano operai, impiegati, liberi professionisti ma anche tanti pensionati, forse la fetta di clientela più vasta.

Ma sembra che la donna, avvenente e senza scrupoli, non si limitava ad esercitare il mestiere più antico del mondo ma era anche la mente e il braccio operativo di una vasto giro di baby squillo – soprattutto romene e ucraine – che faceva prostituire a Terni e in altre città dell’Umbria e dell’alto Lazio e, probabilmente anche con clienti reatini che verranno chiamati a chiarire la loro posizione in Procura.
 

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento