Vuoi la tua pubblicità qui?
09 Dicembre 2021

Pubblicato il

Gruppo Carabinieri Forestale di Rieti

Borgorose (RI), trasporto illecito di rifiuti: denunciate due persone

di Lorenzo Villanetti
A Borgorose cinque tonnellate e due autocarri sequestrati per trasporto illecito di rifiuti. Due le persone denunciate
Carabinieri Forestale
Carabinieri Forestale

A Borgorose (Rieti), i Carabinieri della Stazione Forestale hanno accertato trasporto illecito di rifiuti che provenivano da attività edilizie. Sono state circa cinque le tonnellate sequestrate, insieme a due autocarri. Due inoltre le persone denunciate.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Il comunicato dei Carabinieri

In merito all’accaduto, il Gruppo Carabinieri Forestale Rieti, ha rilasciato un comunicato stampa: “In due distinti servizi di controllo del territorio, svolti rispettivamente nei Comuni di Collalto Sabino e Borgorose, i Carabinieri della Stazione Forestale di Borgorose hanno accertato attività di trasporto illecito di rifiuti speciali provenienti da attività edilizie. In entrambi i casi, i militari hanno provveduto a deferire alla competente Autorità Giudiziaria i titolari delle due imprese edili coinvolte e a sequestrare, oltre ai rifiuti, anche gli stessi autocarri adibiti al loro trasporto, avvenuto in assenza di autorizzazione”.

Cosa prevede la legge

Per i reati accertati – prosegue il comunicato – ecco cosa prevede la legge: “In caso di condanna, pene molto severe, consistenti nell’arresto fino a un anno e nel pagamento di una sanzione pecuniaria che può raggiungere i 26.000 euro, nonché la confisca obbligatoria del mezzo utilizzato per il trasporto illecito. L’attività dei Carabinieri Forestali, volta a verificare il rispetto delle normative di settore, ha consentito di impedire che i rifiuti trasportati, in totale oltre 5 tonnellate, non venissero immessi nel circuito della gestione illecita o abbandonati in discariche abusive. L’illecita gestione dei rifiuti, pericolosi e non, contribuisce non solo all’inquinamento ambientale ma anche al danneggiamento del tessuto economico del nostro Paese. Infatti, chi agisce operando ‘in nero’ o non rispettando le leggi, al fine di ridurre i costi aziendali in spregio della normativa, lede le altre aziende che svolgono invece la propria attività nel rispetto della legalità”.

Vuoi la tua pubblicità qui?
 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo

Vuoi la tua pubblicità qui?