Vuoi la tua pubblicità qui?
13 Maggio 2021

Pubblicato il

Rissa con sparatoria in discoteca a Tivoli: due arresti

di Redazione

In manette un russo e un albanese per i fatti avvenuti a febbraio, quando una ragazza romena aveva spruzzato spray al peperoncino all'interno del locale, facendo scoppiare la rissa

Il 23 febbraio scorso, dopo una rissa per futili motivi all’interno della discoteca Rehd Srl situata in via dei Canneti a Tivoli, scatenata da una ragazza romena che per divertimento aveva spruzzando uno spray al peperoncino, provocando dei malori seguiti da svenimenti ad alcuni avventori, i contendenti,  tutti stranieri, si erano dati appuntamento all’esterno del locale. Durante queste fasi, due persone, un cittadino albanese di 31 anni e un romeno di 34 anni, (addetto alla sicurezza) attinte da diversi colpi di pistola, sparati da ignoti, erano cadute a terra ferite. Era stato il provvidenziale il tempestivo intervento di alcuni loro connazionali,  che li hanno trasportati in ospedale con le proprie autovetture, a salvargli la vita. Le successive indagini, affidate agli agenti del Commissariato di Tivoli, guidati dalla dr.ssa Maria Chiaramonte, hanno consentito di fare piena luce sui fatti accaduti.

Grazie alle dichiarazioni rese da alcuni testimoni e alla visione delle immagini estrapolate dalle telecamere a circuito chiuso, poste all’esterno della discoteca, gli investigatori sono infatti riusciti  ad identificare i responsabili. Nella giornata di ieri, a 2 dei tre responsabili, un cittadino russo di 28 anni, identificato per I.I., e  un albanese di 33 anni, F.T.,  già detenuti per altri reati presso le case circondariali di Roma e Pavia, il provvedimento è stato notificato direttamente in carcere ed ora dovranno rispondere del reato di tentato omicidio, lesioni gravi e aggravate e porto illegale di armi comuni da sparo. Indagini, volte al rintraccio della terza persona, sono ancora in atto.

Vuoi la tua pubblicità qui?

 

Vuoi la tua pubblicità qui?
Vuoi la tua pubblicità qui?
 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento