Vuoi la tua pubblicità qui?
15 Agosto 2020

Pubblicato il

Roma, Atac rafforza servizio la notte del 31 dicembre: i particolari

di Redazione

Atac Sottolinea: "Trattandosi di servizio potenziato e prolungato, l'erogazione delle prestazioni avviene su base volontaria. Quindi non è possibile escludere eventuali irregolarità"

Per la notte di Capodanno Atac, in base a quanto indicato da Roma Capitale, ha previsto di potenziare il servizio metro ferroviario e di superficie con un incremento rispetto agli scorsi anni. Lo spiega una nota dell'azienda. "La trattativa con le organizzazioni sindacali- si legge- avviata ad inizio dicembre, sviluppata in numerosi incontri e protrattasi sino a ieri in tarda serata, aveva trovato un esito positivo sulle modalità di incentivazione del personale coinvolto nelle intensificazioni.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Nel corso dell'incontro, tuttavia, le organizzazioni sindacali hanno posto alcune condizioni pregiudiziali non afferenti gli accordi di Capodanno che hanno impedito la sottoscrizione dell'intesa già raggiunta sul servizio del 31 dicembre, che riconosceva incentivi per lo svolgimento dei servizi supplementari". Atac tuttavia "ritiene prioritario offrire alla città di Roma un servizio più esteso che consenta di partecipare alle molteplici iniziative del Capodanno promosse da Roma capitale fruendo del trasporto pubblico.

Di conseguenza l'azienda ha deciso di procedere comunque con il servizio intensificato previsto sulla base dei turni già concordati con i volontari, anche incentivando il personale che presterà la propria opera". Atac sottolinea che, "trattandosi di servizio potenziato e prolungato, l'erogazione delle prestazioni previste avviene su base volontaria. Quindi non è possibile escludere eventuali irregolarità". Atac "rivolge un appello al senso di responsabilità dei lavoratori e alle organizzazioni sindacali affinché si ritrovi lo spirito costruttivo imprescindibile per rendere il dovuto servizio alla cittadinanza romana".

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento