Vuoi la tua pubblicità qui?
07 Aprile 2021

Pubblicato il

Roma, distraggono una signora e le rubano la borsa. Arrestato peruviano

di Redazione

Intensa l’attività di contrasto al crimine da parte dei “Falchi” della Squadra Mobile, i poliziotti della sezione “contrasto al crimine diffuso”

Dall’inizio del mese di marzo, è stata intensa l’attività di contrasto al crimine da parte dei “Falchi” della Squadra Mobile. I poliziotti della sezione “contrasto al crimine diffuso”, sono riusciti infatti ad assicurare alla giustizia sia spacciatori che autori di furti e rapine commesse in diversi quartieri della capitale tra cui Tor Bella Monaca, Tufello, Torpignattara e Porta Maggiore. In due diversi episodi, sono stati sequestrati, 2 kg. di hashish e 220 grammi di marijuana a carico di un italiano di 31 anni mentre altri 1800 grammi di hashish sono stati sequestrati a carico di un 26enne.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Sono 15 le persone arrestate dall’inizio del mese a oggi con  diversi chilogrammi di cocaina sequestrati, 20 mila dosi di hashish e 15 mila dosi di marijuana.

Ieri, un poliziotto della sezione “Falchi” della locale squadra mobile, libero dal servizio, ha notato tre uomini che, dopo aver abilmente distratto una donna al volante, le hanno rubato la borsa che aveva in auto e sono fuggiti via.

A quel punto l’agente della Polizia di Stato ha iniziato ad inseguire i tre malviventi richiedendo, nel frattempo, l’invio di altre pattuglie tramite la sala operativa della Questura. Quando i poliziotti del Reparto Volanti sono arrivati in zona, hanno subito intercettato l’auto con la quale i tre i erano fuggiti. I malviventi accortisi di essere ormai braccati, prima hanno percorso una strada contromano e poi hanno abbandonato il mezzo  fuggendo a piedi.

Due di questi sono riusciti a far perdere le proprie tracce mentre il terzo, un cittadino peruviano, identificato per A.Y.V.M. di 34 anni, è stato bloccato e arrestato per furto aggravato in concorso.

La borsa con il suo contenuto, è stata restituita alla legittima proprietaria.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Proseguono le indagini per  rintracciare i complici.

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento