Cultura

Roma, domenica 6 marzo alla Nuvola “Il Cantico dei Cantici”

Dopo il successo de Il Canzoniere di Petrarca, “Le Arti sorelle” tornano protagoniste alla Nuvola dell’Eur per il secondo appuntamento del ciclo di conferenze-concerto il 6 marzo prossimo.

Poesia, arte e musica tra ‘500 e ‘600

A cura di EUR CULTURE PER ROMA e lUC Istituzione Universitaria dei Concerti, La Sapienza Antica, riflessioni d’amore in poesia, arte e musica tra ‘500 e ‘600, si inserisce nella stagione culturale realizzata da EUR Spa, che conta eventi artistico-culturali rivolti a tutte le fasce d’età, offrendo al pubblico la possibilità di apprezzare nello stesso evento, il filo rosso che unisce la produzione letteraria, visiva e musicale, e riconoscere le affinità che governano immagini, parole, suoni.

Un pomeriggio dedicato al mondo dell’arte in compagnia di storici d’arte e di letteratura quali Costanza Barbieri, Renzo Bragantini e la partecipazione del Concerto Italiano diretto da Rinaldo Alessandrini, interpreti tra i più raffinati del panorama europeo per la musica antica.

Il Cantico dei Cantici, appuntamento alle 18

Appuntamento dunque alle 18 con Il Cantico dei Cantici con Costanza Barbieri e Renzo Bragantini (Musiche di Palestrina, Lasso, Merula, Carissimi, Victoria, Monteverdi, Anerio). Pur assimilato dalla tradizione ebraica e cristiana alle manifestazioni della divinità nei confronti del suo popolo, il Cantico dei Cantici non ha mai smesso di stupire per la sensualità che straborda dai suoi versi.

Motivo per il quale è stato fatto oggetto, spesso sotto forma di madrigale spirituale, dell’interesse di numerosi compositori, soprattutto all’inizio del XVII secolo, che più o meno velatamente hanno voluto sovrapporre il senso spirituale a quello più evidentemente erotico, attraverso lo sdoganamento della scrittura contrappuntistica a favore del nuovo stile concertato.

In programma molte versioni da camera

Partendo dalla raccolta palestriniana il programma presenta versioni di vario tipo di alcuni passi del cantico, accomunando stili ed epoche comprese tra la seconda metà del ‘500 e la prima del ‘600. Rinaldo Alessandrini: “Il programma dedicato al Cantico dei Cantici, illustra esempi musicali, su un testo latino dal carattere ibrido.

Accanto agli esempi palestriniani verranno eseguite molte versioni da camera, per poche voci, a testimonianza della portata erotica della poesia che venne man mano sdoganata attraverso interpretazioni religiose di vario tipo”.