Vuoi la tua pubblicità qui?
20 Settembre 2021

Pubblicato il

"Filiera del falso"

Roma. Gdf smantella banda di falsari, sequestrati 16.000 articoli contraffatti

di Redazione
Rinvenuti capi di abbigliamento e orologi riproducenti marchi e modelli dei più noti brand
guardia di finanza
Guardia di Finanza

Un’organizzazione multietnica di “falsari”, operante nei quartieri Pigneto, Flaminio e Torre Angela, è stata smantellata dai Finanzieri del Comando Provinciale di Roma, che hanno denunciato 34 persone all’Autorità Giudiziaria capitolina per i reati di vendita di capi contraffatti e ricettazione.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Laboratori clandestini

Le Fiamme Gialle del 3° Nucleo Operativo Metropolitano, sotto la direzione della Procura della Repubblica di Roma, hanno individuato 3 laboratori clandestini e diversi siti di stoccaggio, rinvenendo circa 16.000 articoli – tra capi di abbigliamento e orologi – riproducenti marchi e modelli dei più noti brand (Rolex, Balenciaga, Adidas, Nike, Lacoste, Ralph Lauren, Gucci, Prada, Fendi, Bulgari), nonché presse idrauliche, cliché e macchinari professionali per il confezionamento.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Reddito di cittadinanza

Nel corso della perquisizione nell’abitazione di uno degli indagati sono stati rinvenuti inoltre numerosi documenti di identità falsi, 3.600 euro in contanti, oltre a gioielli di dubbia provenienza per un valore di circa 100.000 euro. I militari hanno accertato che 19 degli indagati percepivano il “Reddito di Cittadinanza”, facendo scattare la segnalazione all’I.N.P.S. per l’adozione dei provvedimenti di decadenza dal beneficio.

L’operazione si inserisce nel più ampio dispositivo messo in atto dalla Guardia di Finanza della Capitale sotto la direzione della Procura della Repubblica di Roma per il contrasto della “filiera del falso” e a salvaguardia dell’economia legale. (Red/ Dire) 

Vuoi la tua pubblicità qui?
 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo