Roma. Litiga con l’amica e poi la travolge con l’auto. Donna in prognosi riservata

Una mattina movimentata quella nel quartiere Quarticciolo a Roma. Nelle prima mattinata di domenica, 15 maggio, in via Manfredonia scoppia una lite tra due amiche, che si muta in tragedia.

Secondo le prime ricostruzioni delle forze dell’ordine una delle due donne dopo aver litigato con l’amica, sale in auto, una Fiat Multipla, e la investe. Adesso la vittima di 35 anni si trova in prognosi riservata con diverse fratture. Per l’altra donna, invece, sono scattate le procedure di arresto dai militari del nucleo Radiomobile. Le accuse sono di tentato omicidio.

Carabinieri

Litiga con l’amica e poi la investe con l’auto: 35enne grave

Erano le 8 del mattino di domenica quando nelle strade di Quarticciolo scoppia una lite tra due amiche. Urla, ceffoni e spintoni. Ma la violenza corporea non è bastata a fermare la furia di una delle donne coinvolte. Infatti, presa dall’ira sale sulla sua auto fingendo di andarsene, ma poi investe la 35enne sua amica. La donna, centrata in pieno, cade sull’asfalto sbattendo la testa.

Una vicenda che ha fatto allarmare il quartiere. Sono stati gli stessi abitanti, dopo aver assistito alla lite e al suo inaspettato risvolto, a chiamare il 112 e poi aiutare i carabinieri ad arrestare la donna. La vittima all’arrivo del numero di emergenza è riuscita a dire “voleva uccidermi” e poi ha perso i sensi.

In quel frangente una pattuglia della Radiomobile di Roma stava facendo un giro di controllo nel quartiere. Al suono delle urla si è avvicinata nella strada della lite. Nel frattempo l’automobilista, la donna di 40 anni, stava già tentando la fuga. Ma travolta dalla paura di essere presa si è schianta contro un muretto. E lì è termina la sua fuga.

Adesso la donna è stata arrestata, ma non sono chiare ancora le dinamiche che l’hanno spinta a un gesto così estremo.