Vuoi la tua pubblicità qui?
18 Maggio 2021

Pubblicato il

Roma, metro B ancora rallentata per mancanza di treni

di Redazione

Dopo l'odissea di ieri, nel pomeriggio nuovi rallentamenti sulla tratta. Un'analisi di questi continui disagi

Non stiamo assistendo, per fortuna, alle scene da odissea di ieri mattina (almeno pare, finora) ma ancora una volta la metro B e B1 risulta rallentata. Il problema ha ripreso a manifestarsi intorno alle 16 e la causa ancora una volta è l'indisponibilità dei treni o, come scrive in maniera più garbata Atac sul proprio account Twitter "il ridotto numero di treni circolanti rispetto al programmato". Fatto sta che la situazione sulla tratta Rebibbia-Laurentina/Jonio diventa sempre più precaria e la pazienza dei molti romani che usufruiscono di questo servizio diminuisce ogni giorno che passa.

Vuoi la tua pubblicità qui?

In molti, comprensibilmente, si chiedono cosa si nasconda dietro questo dietro questa scarsità di treni. Alcune risposte sono piuttosto ovvie, a partire dall'inadeguatezza sia dei convogli, sia dell'intera rete, entrambi antiquati. Il blog odisseaquotidiana, curata da "Il Trenino Roma-Lido", si entra nello specifico della situazione. Sono due le cause principali che apportano le note complicazioni alla circolazione:  

" 1)I nuovi treni – si legge nel post – non possono circolare perchè richiedono molta elettricità e la Metro B è famosa in quanto a scarsezza di potenza elettrica.  2)Anche mettendo in pista tutti i treni non si potrebbe ottenere una frequenza decente"

Vuoi la tua pubblicità qui?

"Quindi – continua l'articolo –  per non rischiare non si usano tutti i nuovi, preferendo di lasciare in pista i “vecchi” Dove sono le responsabilità di questa situazione?  La responsabilità è da dare alla cattiva programmazione, infatti i passi che sono stati fatti sono i seguenti

1) Inaugurazione della Linea B1

2) Acquisto dei nuovi Caf

3) Potenziamento del la Rete Elettrica

Vuoi la tua pubblicità qui?

"Mentre il percorso logico – fa notare il blog – che sarebbe stato più logico fare, sarebbe stato esattamente l’opposto. In realtà questa fase non è ancora completata perché al momento risulta bloccata e i fondi congelati".

 

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento