Vuoi la tua pubblicità qui?
18 Settembre 2021

Pubblicato il

Roma. Polpette avvelenate in zona Appio-Latino: bonifica e indagini in corso

di Redazione
spargere bocconi avvelenati nelle strade non è solo crudeltà e vigliaccheria, in qualsiasi modo la si pensi è reato

Nella giornata di mercoledì 26 febbraio nel quartiere Appio Latino più precisamente in via Giuseppe Mantellini è stata rinvenuta la presenza di polpette avvelenate al Metaldeide, una stanza che se ingerita può essere letale. La scoperta è stata fatta da una signora a passeggio con il suo cane, che ne ha inghiottita una, fortunatamente senza gravi conseguenze. La donna infatti ha imediatamente portato il suo cane dal veterinario, che è riuscito a far espellere il boccone avvelenato prima che potesse avere conseguenze gravi. Ha poi allertato i carabinieri che hanno registrato la situazione e informato Ama per la pulizia della strada.

Vuoi la tua pubblicità qui?

L’associazione HEART, riceve continuamente segnalazioni sulla presenza di bocconi avvelenati, spiega Valentina Copola, presidente di HEART, ma questo non può essere accettato: i cani devono poter essere liberi di stare fuori e camminare in totale sicurezza come prevedono le leggi in Italia. Coppola infatti spiega l'iter che si deve seguire in casi del genere: "Una volta accertato che si tratta realmente di sostanze tossiche tramite analisi della Asl deve essere attivato il protocollo di legge che prevede la bonifica e la posizione di cartelli di allerta; contemporaneamente devono partire le indagini per rintracciare il responsabile, poiché ricordiamo, che lo spargimento di veleni su strada è reato. Le sostanze tossiche più utilizzate sono stricnina, diserbanti o anche topicidi". 

Vuoi la tua pubblicità qui?

Leggi anche:

Incidente Ischia di Castro (Vt): grave un 41enne, mamma e bambino salvi

Combattere la depressione, nel Lazio ne soffrono in 112mila, donne più a rischio

 

Vuoi la tua pubblicità qui?

 

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo