19 Ottobre 2021

Pubblicato il

Roma, raffica di arresti tra Pigneto e San Lorenzo per spaccio

di Redazione
Nuovi controlli dei Carabinieri: in manette 4 gambiani, un marocchino, un tunisino e un senegalese

I Carabinieri della Compagnia piazza Dante che, senza sosta, proseguono l’attività antidroga nel quartiere Pigneto e San Lorenzo, meta di molti giovani che frequentano la Movida, in poche ore, hanno arrestato 7 spacciatori. In particolare in via del Pigneto sono finiti in manette tre cittadini del Gambia, rispettivamente di 18, 24 e 27 anni, tutti già noti alle forze dell’ordine, arrestati dai Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia piazza Dante sorpresi dopo aver 1 g di hashish ad un cliente. A seguito di perquisizione i tre pusher sono stati trovati in possesso di 55 g di hashish e 360 euro in contanti, tutto sequestrato.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Poco dopo, gli stessi Carabinieri, sempre in via del Pigneto hanno bloccato anche un cittadino del Senegal di 21 anni e uno del Gambia di 20, entrambi con precedenti, sorpresi dopo aver ceduto 1,5 g di marijuana ad un giovane cliente. La successiva perquisizione personale ha permesso di rinvenire e sequestrare nella loro disponibilità ulteriori 1,6 g di marijuana e 15 g di hashish.

Vuoi la tua pubblicità qui?

In largo degli Osci, a San Lorenzo, i Carabinieri della Stazione Roma San Lorenzo hanno arrestato invece un cittadino marocchino di 32 anni e uno tunisino di 31, bloccati dopo aver ceduto 2,5 g di hashish a un cliente in cambio di 20 euro. A seguito della perquisizione personale sono stati rinvenuti ulteriori 10 g hashish 115 euro in contanti, tutto sequestrato.

I sette pusher  dopo l’arresto sono stati accompagnati in caserma, dove sono a disposizione dell’Autorità Giudiziaria in attesa del rito direttissimo per rispondere del reato di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti.

Vuoi la tua pubblicità qui?
 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo