27 Ottobre 2021

Pubblicato il

Roma, raggiro per non pagare corrente: 15 arresti all’Infernetto

di Redazione
In una palazzina di via Scuderi è stato scoperto che il contatore era stato manomesso per non pagare le bollette. Il proprietario è un 81enne romano

Una vera e propria retata. Non si può definire in altro modo l'arresto di 15 persone, accusate di furto di energia elettrica. E' accaduto all'Infernetto, in una palazzina di via Gaspare Scuderi. A finire in manette – riporta "Il Messaggero" – i condomini, 9 romeni, 3 senegalesi e due indiani, e il padrone del palazzo, un 81enne di Roma,. Per quest'ultimo l'accusa di furto è inerente alla sua attività, una rivendita di materiali edili. L'attività illecita, ossia la manomissione del contatore al fine di non far risultare i consumi e non pagare quindi le bollette, è venuta alla luce grazie a una soffiata ai Carabinieri di Ostia.

Vuoi la tua pubblicità qui?

A quel punto, i tecnici dell'Acea sono giunti sul posto e hanno accertato che, effettivamente, era in atto una truffa. Per tutte e 15 le persone è scattato l'arresto. Le prime indagini avrebbero consentito di appurare che il contatore era intestato alla moglie dell'81enne proprietario della palazzina, che affittava minialloggi quasi sempre in nero.      

Vuoi la tua pubblicità qui?
Vuoi la tua pubblicità qui?
 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo