Vuoi la tua pubblicità qui?
20 Settembre 2021

Pubblicato il

Roma, Salvini: “Buche e rifiuti li vedo anch’io”, stoccata alla Raggi

di Redazione
Salvini boccia la Raggi sullo stato di Roma, per manutenzione delle strade e rifiuti ma poi offre sicurezza alla città

Salvini boccia la Raggi sullo stato di Roma, soprattutto per quanto riguarda manutenzione delle strade e rifiuti, due tra i principali e annosi problemi della capitale, ma le concede le attenuanti; il ministro dell'Interno, infatti, durante una intervista ha affermato: "Le vedo anche io le buche e la monnezza': si può sicuramente fare di più, ma ovviamente qui ci sono problemi che risalgono fino a 25 anni fa, quando c’erano sindaci piacioni che facevano mostre del cinema".“

Vuoi la tua pubblicità qui?

Così mentre assesta una stoccata alla Raggi e al suo governo della città, dall'altro lato, Salvini non perde l'occasione per mettere in evidenza le mancanze nella gestione delle precedenti giunte comunali fino a giungere a oltre 20 anni di distanza nell'attribuire gran parte delle responsabilità e delle colpe dell'attuale stato di Roma esprimendosi in senso negativo sulla opportunità di un governo cittadino ad opera di un commissario visto che "In democrazia scelgono i cittadini" come lo stesso vicepremier ha affermato.

"Io da ministro dell’Interno mi occupo di ordine pubblico e spero di essere utile per fare un po’ di pulizia per i campi rom: posso aiutare il Comune mettendo a disposizione i miei uomini per riportare ordine e sicurezza”, ha proseguito Salvini, riferendosi allo stato di sicurezza, o meglio di insicurezza, in cui versa Roma.

Tuttavia l'insicurezza di Roma non è data soltanto dai ROM che, comunque, si aggirano negli autobus di città, nei treni della metro, così come pure nei luoghi di interesse storico e turistico della capitale; l'insicurezza è data anche da zone della città delle quali si sono appropriati folle di immigrati e alle quali vanno aggiunte altre zone che, man mano, vengono sottratte alla libera disponibilità del cittadino; eppure, a leggere dei fatti che costantemente, come in uno stillicidio, emergono quotidianamente assurgendo agli onori delle cronache negative della città, ci si dovrebbe rendere conto che è necessario correre ai ripari, prima che sia troppo tardi visto che tardi lo è già, restituendo zone centrali di Roma alla collettività rendendole sicure e fruibili ai cittadini con sicurezza e tranquillità per gli stessi.

Vuoi la tua pubblicità qui?
Vuoi la tua pubblicità qui?
 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo