Vuoi la tua pubblicità qui?
04 Febbraio 2023

Pubblicato il

Roma, Tragedia al Liceo S. Maria: Studente si lancia dalle scale e muore

di Redazione
Il giovane studente, appena 13 anni, si sarebbe lanciato dalla tromba delle scale del liceo di via Tasso verso le 12. I compagni: "Non riusciamo a capire perché lo abbia fatto"

Tragedia questa mattina all'Istituto scolastico Santa Maria in via Tasso a Roma. Uno studente è arrivato all'ospedale San Giovanni in codice rosso. Tra le ipotesi al vagliuo degli inquirenti la più verosimile sarebbe quella del suicidio. Il giovane studente, appena 13 anni, si sarebbe lanciato dalla tromba delle scale del secondo piano dell'istituto scolastico verso le 12; subito è stato soccorso dal 118, ma le sue condizioni sono parse gravisasime, ed è spirato poco dopo al nosocomio di S. Giovanni Addolorata. La polizia e i carabinieri stanno ascoltando diversi testimoni per fare luce sul tragico episodio.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Secondo quanto riportato da "Repubblica.it", sembra che lo studente si sia stacccato dai compagni intorno a mezzogiorno,durante una pausa, immediatamente prima del fatto drammatico, e che sia stato trovato un bigliettino sul suo banco di classe; mentre secondo alcuni liceali, il giovane avrebbe detto: "Ciao a tutti e poi si sarebbe lanciato". "Era un bravissimo ragazzo – hanno dichiarato i compagni di scuola – "non riusciamo a capire perché lo abbia fatto".

"Si pensa sempre al bullismo, in questo caso non penso sia cosi'. Era un ragazzo solare e sereno". A riferirlo è il papà di un giovane studente della scuola Santa Maria di Roma, uscendo dall'Istituto di viale Manzoni dove oggi un 13enne si sarebbe tolto la vita gettandosi dal secondo piano nel cortile. "So che alcuni bambini – ha aggiunto – hanno visto precipitare il ragazzo nel cortile interno e che prima di lanciarsi avrebbe anche salutato con un gesto".

E la Procura di Roma ha aperto un fascicolo contro ignoti per fare chiarezza sul suicidio dello studente. Secondo l'Ansa, il pm Elena Neri procede per istigazione al suicidio e tale ipotesi è stata configurata, benché agli inquirenti siano già apparsi chiari i tormenti del ragazzo, per svolgere una serie di accertamenti a tutto campo.

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo