Vuoi la tua pubblicità qui?
07 Aprile 2021

Pubblicato il

Salute in casa: le regole per l’igiene

di Redazione

Sono molte le persone che soffrono di allergie. Spesso queste ultime sono dovute a delle reazioni nei confronti di polvere, muffe e agenti irritanti

Sono molte le persone che soffrono di allergie. Spesso queste ultime sono dovute a delle reazioni nei confronti di polvere, muffe e agenti irritanti che si trovano in casa. Proprio per questo motivo è importante badare all’igiene domestica in maniera molto particolareggiata. Basta soltanto seguire delle semplici regole che riguardano la pulizia, per evitare il contatto con gli agenti irritanti e alleviare sintomi che in certi casi possono essere molto fastidiosi. Ma vediamo quali sono gli accorgimenti da rispettare per una buona igiene in casa a vantaggio del benessere personale.

Vuoi la tua pubblicità qui?

L’igiene in bagno

In bagno si possono adottare delle soluzioni molto pratiche, come per esempio l’utilizzo di un lavabo da appoggio che possiamo trovare su ceramicstore.eu, che garantisce una più facile pulizia dell’ambiente. Ci sono delle parti del bagno, in cui più facilmente si annida lo sporco. Basti pensare alla parte inferiore del rubinetto e del lavandino.

In questi punti lo sporco si accumula facilmente. Proprio per questo motivo, ogni volta che puliamo il bagno, dovremmo essere particolarmente attenti a pulire bene anche queste zone. Per esempio possiamo utilizzare anche una spugna apposita, in modo da non contaminare altri punti del bagno.

Ma non soltanto questi punti che abbiamo nominato possono essere oggetto di accumulo dello sporco in bagno. In questo ambiente naturalmente bisogna pensare anche al water. I germi infatti non si annidano soltanto dentro la tazza del wc. Si trovano anche alla sua base e sulle pareti circostanti.

La regola è sempre la stessa: pulire a fondo. Quindi, quando puliamo la tazza del wc, è opportuno pulire anche sotto le pareti del sanitario.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Continuando a sottolineare l’importanza dell’igiene in bagno, non dimentichiamo le spugne e i pouf per la doccia. Anche questi oggetti vanno disinfettati con regolarità.

La pulizia per il tagliere della cucina

Forse alcuni non lo sanno, ma varie ricerche che sono state condotte sull’argomento insistono molto sui possibili germi che si possono accumulare su un oggetto che usiamo quotidianamente in cucina. Si tratta del tagliere.

Qui si annidano molti batteri, come anche quelli che possono infettare coltelli, affettatrice e altri piccoli elettrodomestici che utilizziamo per preparare i cibi, come per esempio il mixer. Una corretta pulizia di questi oggetti fatta con costanza nel tempo dovrebbe assicurare di certo una migliore igiene.

La pulizia nella stanza da letto

Ma tutti gli ambienti della casa, non soltanto il bagno e la cucina, devono essere soggetti ad un’attenta pulizia per garantire l’igiene in casa. Per esempio nella stanza da letto o nel salotto, se abbiamo moquette, tappeti o tende ingombranti, dobbiamo badare bene a fare in modo che queste superfici non diventino ambienti di prolificazione degli acari, che possono causare allergie, asma e raffreddori.

La regola essenziale è quella di areare ogni giorno, non trascurando l’importanza che questa azione può avere anche in inverno. Dobbiamo avere cura di rimuovere la polvere più volte nel corso della settimana, magari utilizzando un aspirapolvere con un filtro specifico contro gli acari.

Poi cambiamo la biancheria due volte alla settimana e usiamo materassi e cuscini in lattice, che possono essere accompagnati da copricuscini e coprimaterassi adatti contro gli acari.

Non dimentichiamo di tenere tutta la casa ben arieggiata e di utilizzare eventualmente anche dei deumidificatori. Questi ultimi possono essere molto importanti per evitare che si formi la muffa e per evitare, quindi, di soffrire di problemi respiratori causati proprio dalle spore di alcune muffe.

Non dimentichiamo poi di profumare bene la casa, azione importante contro i cattivi odori, anche se non bisognerebbe usare eccessivamente profumi e deodoranti, perché si tratta sempre di prodotti chimici che potrebbero causare reazioni allergiche con la manifestazione di sintomi molto fastidiosi.

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento