Vuoi la tua pubblicità qui?
01 Ottobre 2020

Pubblicato il

Sarei un bravo Ministro dell’Ambiente

di Redazione

Ilona Staller parla del suo amore per la natura e del suo impegno nella vita e in politica

“Ero solo una bambina e la mia casa in Ungheria era un piccolo zoo”. Ilona Staller è qui, a fianco a me e i suoi bellissimi occhi celesti di sempre si accendono ancora di più mentre ricorda quei giorni, quegli anni. “Mio padre lavorava al Ministero degli Interni, continua, e aveva un carattere un pochino rigido. Mia mamma era bellissima e faceva l'ostetrica, lei era più morbida e grazie a lei avevo potuto avere tanti piccoli animali da coccolare in giro per casa”.

Sono andato a prenderla a casa ed è bastato un attimo per entrare in sintonia. Ilona è molto gentile e cortese e la sua semplicità è disarmante. Due minuti dopo siamo in confidenza e il fotografo Sandro Chillemi, che è con me, prende qualche scatto con lei che tira fuori la Cicciolina che è in sé.

“Uno dei film che ricordo con emozione è “Orca” di De Laurentiis con Charlotte Rampling e Richard Harris. Il duello, che vede l'animale ferito per la morte della sua compagna, con l'uomo responsabile dell'uccisione, è drammatico e bellissimo, mi dice. Ha qualcosa di cavalleresco, di nobile” (alla fine del film, l'orca avrà la meglio sul protagonista del film, vendicandosi, risparmierà la sua compagna. Ndr)

Vuoi la tua pubblicità qui?

“Amo la Natura da sempre e quando vedo le cose terribili che l'uomo fa agli animali mi si stringe il cuore. Come si fa ad essere così crudeli? La Natura ha molto da insegnare agli uomini. Già alla fine degli anni ottanta, continua Ilona, quando fui eletta in Parlamento, una delle prime proposte che feci fu contro la vivisezione e il maltrattamento che gli animali sono costretti a subire dall'uomo in nome di non si sa quale presunto beneficio”
Il tema della vivisezione, negli ultimi tempi, è più vivo che mai. L'Europa si dovrebbe pronunciare presto nel merito anche e soprattutto grazie alla protesta internazionale suffragata anche da luminari della Medicina e della Ricerca.
Impossibile raccontare i mille episodi della Staller “Cicciolina” che Ilona mi racconta, ci vorrebbe un libro e comunque i gatti hanno preso il posto del pitone già da un po'.

“Vedi Remo, continua Ilona, gli animali sono meglio degli uomini. Il loro amore è puro e vivono secondo la loro natura. E poi, conclude, non tradiscono”
Il mare è un'altra sua grande passione. “Sono stata varie volte alle Maldive. Un paradiso. Da bambina avevo paura di immergermi ma lì ho cominciato a vincere anche quella fobia e il mondo che ho scoperto è stato meraviglioso. Mille colori e pesci di tutti i tipi che nuotavano dappertutto. Tutte le tonalità di verde di quelle acque assolutamente uniche… Lontane anni luce dall'inquinamento e dalla sporcizia dei nostri litorali”.

Ostia paragonata alle Maldive suona un pochino forte ma è certo che la sporcizia sulle nostre spiagge non passa inosservata.

“Il mare, l'oceano, così indispensabili alla nostra vita, devono essere rispettati e amati, non distrutti come stiamo facendo da anni. Ho visto cosa succede alle balene e agli squali, mi dice emozionata, che vengono uccisi così barbaramente per prendere le pinne. La caccia alle foche uccise a bastonate e i delfini che piangono in mezzo ad un mare di sangue…Quanta crudeltà!”.

L'Italia è praticamente un'isola attaccata solo per una piccola parte al continente europeo, eppure, noi, che dovremmo essere un popolo di marinai e navigatori, di mare ne sappiamo ben poco. Forse è il caso di insegnare ai bambini, visti i risultati poco convincenti, per non dire altro, ottenuti dagli adulti. “Pienamente d'accordo, ha esclamato convinta. Bisognerebbe insegnare l'amore e il rispetto per l'ambiente nelle scuole. Se fossi Ministro dell'Ambiente istituirei l'ora di educazione ambientale fin dai primi anni.

Un tema così importante e che ci riguarda tutti deve entrare nei cuori dei bambini che saranno il futuro del nostro pianeta”. E' ora di riaccompagnarla a casa, “avremmo dovuto conoscerci prima”, mi dice mentre ci avviciniamo al cancello. I suoi nuovi impegni politici e i suoi amatissimi gatti la aspettano. Nuvola, Polpettina e la piccola Patatina sono i suoi tesori anche se “il mio animale preferito è il camaleonte e tutti i rettili in genere. Adoro il varano e i serpenti e, seppure siano rettili, sono animali dolcissimi che sanno dare e ricambiare amore”!
Come darle torto? In fondo, la Staller è sempre la Staller!

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento