Vuoi la tua pubblicità qui?
22 Ottobre 2020

Pubblicato il

Scoperto traffico di stupefacenti nel quartiere romano Trionfale

di Redazione

Arrestati due cinquantenni romani, trovati in possesso di 11 kg di cocaina

La Squadra Mobile di Roma ha svolto un’articolata attività d’indagine nei confronti di alcuni soggetti dediti al traffico di sostanze stupefacenti, operanti nel quartiere Trionfale. Le indagini hanno consentito di trarre in arresto due 50enni romani, Barrui Tommaso e De Tommasi Fabio, entrambi trovati in possesso di cocaina per un peso complessivo pari a circa 11 kg.

Nel corso dell’operazione, sono state sequestrate alcune armi con relative munizioni: una pistola revolver Smith&Wesson calibro 38 special ed una pistola Beretta modello 98FS simile a quelle in dotazione alle forze di Polizia. Gli uomini della Squadra Mobile, hanno rinvenuto anche il materiale utilizzato per la lavorazione della droga, gli strumenti per il confezionamento della cocaina, tra i quali alcuni frullatori, stampi di legno e di ferro, strumenti questi ultimi utilizzati per dare forma e consistenza alla sostanza stupefacente mischiata con sostanze da taglio.

Gli investigatori che hanno eseguito le indagini utilizzando solo i mezzi operativi tradizionali senza l’ausilio di intercettazioni telefoniche, hanno assestato un duro colpo alla criminalità operante nel traffico di droga il cui volume di affari era certamente di grande livello.

L’azione di contrasto compiuta, ha consentito di recidere le basi di una efficiente e lucrosa attività illecita impedendo agli spacciatori di immettere nel mercato capitolino un ingente quantitativo di droga, anche in occasione delle festività natalizie, che avrebbe fruttato ingenti somme di denaro.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Sono in corso le indagini per accertare se le armi in sequestro siano state utilizzate in fatti delittuosi contro la persona, atteso che all’interno di uno dei box è stato sequestrato anche uno scooter di grossa cilindrata notoriamente utilizzato per compiere tali crimini.

Gli arrestati sono stati associati presso la casa circondariale di Regina Coeli a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Vuoi la tua pubblicità qui?
Vuoi la tua pubblicità qui?
 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento