Vuoi la tua pubblicità qui?
17 Settembre 2021

Pubblicato il

Ciampino, serata a sostegno dell’Associazione AISA LAZIO onlus

di Adriano Di Benedetto
Un'associazione che si interessa delle sindrome Atassiche che ancora oggi si conosce molto poco FOTO

Grande manifestazione di solidarietà ieri sera alla Stazione della Birra, organizzata da AISA LAZIO nella persona di Giuseppe Gallinelli del gruppo promotore città di Ciampino.

Hanno presentato la serata Cristina Nuzzo e Elisa Miucci, sul palcoscenico si sono esibiti nomi illustri dello spettacolo del calibro di Manuela Villa che ci ha fatto ascoltare una sua canzone molto bella, si è esibita in duetto con un eccezionale cantante Alex Lai, Lallo Circosta un comico di peso come dice lui per via della sua stazza, I Carboidrati reduci da molti successi, Monsieur David con i suoi piedi magici a far rivivere personaggi del Far West, Luca Guadagnini con la sua band e corpo di ballo, Gianluca Fabi ottimo cantante e allenatore della squadra di calcio dell’AISA LAZIO, sono intervenuti molti altri personaggi tutti con un solo scopo promuovere e sensibilizzare le istituzione e i cittadini per far conoscere le sindromi Atassiche.

Due parole su questa malattia che forse non tutti conoscono, l’atassia (dal greco ataxiā = disordine) è un disturbo consistente nella mancanza di coordinazione muscolare che rende difficoltoso eseguire i movimenti volontari.

Il centro della coordinazione dei movimenti muscolari è il cervelletto che elabora gli impulsi portati ai muscoli dal midollo spinale e dai nervi periferici.

L’atassia può quindi essere provocata da problemi sia a livello della spina dorsale, sia a livello dei nervi periferici.

Le conseguenze si manifestano con la mancanza di coordinazione fra tronco e braccia, tronco e capo, ecc.

Vi sono inoltre dei disturbi associati quali: incoordinazione dei movimenti dell’occhio, incontinenza, difficoltà di deglutizione e movimenti involontari di arti, capo e tronco.

I segni principali sono l’atassia (andatura barcollante), la dismetria (difficoltà nel controllare l’ampiezza dei movimenti), l’ipotonia (diminuzione del tono muscolare), difficoltà nel parlare e nel fissare lo sguardo.

In molti casi, purtroppo, questi sintomi progrediscono nel tempo.

L’atassia è il principale sintomo delle cosiddette sindromi atassiche, malattie genetiche ed ereditarie come: l’atassia teleangectasica, l’atassia di Friedreich, le atassie spinocerebellari, l’atassia di Charcot-Marie, l’atrofia cerebellare, l’atassia olivo-pontocerebellare.

Vuoi la tua pubblicità qui?

L’atassia può manifestarsi anche a causa di infezioni virali, encefaliti, lesioni al sistema nervoso centrale o alla spina dorsale, oppure a causa di ingestione o contatto con sostanze tossiche come stupefacenti, alcool, radiazioni.

Vuoi la tua pubblicità qui?

L’atassia derivante dalle sindromi atassiche di origine genetica ha come principale caratteristica la progressività, che determina l’aggravarsi, nel tempo, della sintomatologia atassica.

Diagnosi: Per la diagnosi si attua la cosiddetta manovra di Romberg che consiste nel porre il soggetto eretto con le punte dei piedi unite e con gli occhi chiusi.

Nel caso il soggetto oscilli e tenda a cadere si può pensare ad una lesione dei cordoni posteriori o malattie del labirinto dell’orecchio; nel caso invece che oscilli già ad occhi aperti – e non peggiori con la loro chiusura – si può pensare a lesioni cerebellari.

Vuoi la tua pubblicità qui?
 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo