03 Marzo 2021

Pubblicato il

Fondi, si cosparge di benzina e prende a testate i vigili: arrestato

di Redazione

A Fondi in manette un 40enne che voleva sottrarsi ai controlli anti-abusivismo commerciale della Polizia Locale

Quando ha compreso che gli uomini della Polizia Municipale gli avrebbero sequestrato tutta la merce venduta abusivamente ha perso letteralmente la testa, cospargendosi il corpo di benzina e ha poi aggredito con pugni, calci e testate i malcapitati agenti. La surreale scena è avvenuta nel pomeriggio di giovedì a Fondi, dove – riferisce il sito h24notizie – erano in corso dei controlli sul litorale, atti a prevenire il fenomeno del commercio abusivo.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Gli agenti della Municipale, impegnati sin dal mattino a passare al setaccio la zona raccogliendo una quantità ingente di materiale, nel pomeriggio si sono imbattuti in un 40enne marocchino, regolarmente residente in Italia, in provincia di Caserta. I vigili – 5 secondo le notizie giunte – avendo accertato che l’uomo non era autorizzato a vendere il materiale che aveva rimediato, stavano procedendo al sequestro ma in un primo momento l’uomo si è dato alla fuga.

Poco dopo è tornato con una “sorpresa”: una bottiglietta riempita di benzina presso una stazione di servizio posta lungo la spiaggia dove il 40enne stava vendendo i suoi prodotti. Davanti agli agenti, l’uomo se l’è gettata addosso e ha estratto un accendino, intimando ai vigili di non avvicinarsi. Dopo qualche minuto gli agenti della Municipale hanno provato a bloccarlo ma il 40enne ha reagito a suon di pugni, calci e anche testate.

Al termine di una concitata colluttazione, nella quale è anche spuntato un coltello da cucina, i 5 vigili sono riuscito a bloccarlo e ad arrestarlo per oltraggio, resistenza e violenza a pubblico ufficiale. Stamani si svolgerà il processo per direttissima, mentre 4 dei 5 agenti sono stati costretti a recarsi all’ospedale San Giovanni di Dio, dove gli sono stati refertati 5 giorni di prognosi a testa.

Vuoi la tua pubblicità qui?
 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento