Spara e uccide l’amico. Tragedia a Rieti durante una battuta di caccia

Un altro incidente di caccia in provincia di Rieti: nel pomeriggio di ieri, domenica 18 novembre, nella Piana Reatina, al lago di Ripasottile, nella Riserva Naturale dei Laghi, una persona ha perso la vita, colpita a morte da un colpo esploso durante una battuta di caccia al cinghiale. È un 51enne di Rivodutri, R.R. le sue iniziali.

Il colpo sparato dal suo amico che poi ha accusato un malore

A sparare la pallottola fatale è stato il suo compagno di squadra di caccia al cinghiale, un 59enne, anche lui di Rivodutri che, secondo quando trapelato, ha ammesso che si trattava di una battuta non autorizzata. L’uomo 59enne che ha colpito e ucciso l’amico è stato soccorso dal 118 e ha avvertito un malore dopo quanto accaduto. Sul posto 118 e Carabinieri. Il pm di turno ha avviato le indagini. In questo periodo dell’anno, la caccia al cinghiale è aperta dalle 6:15 alle 16:40. L’incidente, a quanto si apprende, è avvenuto più tardi dell’orario di chiusura, intorno alle 18:30, con condizioni di luce molto sfavorevoli.

Immagine in archivio

LEGGI ANCHE:

Incidente Rieti, via Salaria, scontro frontale, arriva l'eliambulanza

Termovalorizzatori. Il Lazio si barcamena, Roma cerca altre soluzioni