Vuoi la tua pubblicità qui?
23 Settembre 2021

Pubblicato il

SS LAZIO, le pagelle della finale di Coppa Italia contro la Juve

di Redazione
La Lazio di Pioli cade per 2-1 in finale di Tim Cup contro la Juventus di Allegri. Voti e giudizi dei protagonisti

Nulla da fare per la Lazio di Pioli. I biancocelesti cedono in finale per 2-1 contro la Juventus, già Campione d’Italia. Una buona partita per la squadra capitolina, ma i bianconeri si sono dimostrati pronti e soprattutto più forti, sfruttando le poche occasioni create.

Inutile vantaggio iniziale di Radu al 4’, che sfrutta un grande inserimento su calcio piazzato e porta avanti i suoi. All’11’, però, pareggia la Juventus con Chiellini che in semi-rovesciata infila il pallone alle spalle di Berisha, dopo la sponda di Evra. La partita diventa poi una battaglia, molto corretta tra le due squadre, che finisce ai supplementari.

Al 107’ il neo entrato Matri si ritrova una palla sporca sul dischetto e batte Berisha. La Lazio prova a reagire, ma la stanchezza blocca gli uomini di Pioli.

LAZIO

BERISHA 5 – Preciso sulle uscite alte, ma sbaglia in occasione del gol di Matri, buttandosi in ritardo sul tiro. Peccato.

DE VRIJ 6 – Considerando la precaria condizione gioca una buonissima partita, rischiando poco e coprendo bene, soprattutto di fisico.

GENTILETTI 5 – Decisivo l’errore di marcatura sul gol di Chiellini. Soffre le incursioni di Tevez, come sempre indemoniato nel pressing. Sbaglia anche tanti palloni in appoggio. Passo indietro.

RADU 7 – Ottima partita anche stasera. Segna il gol del vantaggio e chiude tutti dalla sua parte. Esce nella ripresa per infortunio.

BASTA 6 – Spinge tanto nel primo tempo, cala nella ripresa. Crea superiorità sulla fascia destra, manca di lucidità nella rifinitura.

Vuoi la tua pubblicità qui?

PAROLO 6,5 – Recupera tanti palloni, sempre preciso nel giocarli e molto bravo in copertura e nei raddoppi. Spesso arriva alla conclusione con poca precisione, ma dà l’anima in campo. Guerriero.

CATALDI 6 – Non era facile per un ragazzo giovane prendersi la squadra sulle spalle e dettare i tempi. Lo fa con buona personalità e coraggio, sbagliando qualcosa, ma è assolutamente perdonabile. Promosso.

LULIC 6 – Nel primo tempo si vede poco, cresce nella ripresa e comincia a spingere. Arriva ai supplementari stanco. Poco lucido, ma tanta sostanza.

ANDERSON 6 – Qualche spunto degno di nota e poco altro. Corre tanto, a volte si perde nei suo dribbling, ma è una spina nel fianco nella difesa della Juventus. Gli manca ancora qualcosa per essere un top player e stasera si è visto.

CANDREVA 6,5 – Tanto sacrificio, tanta qualità e corsa. Raddoppia quando serve e fa ripartire i suoi con accelerate portentose. Gli manca il guizzo finale.

Vuoi la tua pubblicità qui?

KLOSE 5,5 – Si vede poco. Ha una sola palla per tirare verso la porta e la sbaglia. Da apprezzare il sacrificio in fase difensiva.

MAURICIO 5,5 – Entra benino in partita, ma fatica a tenere Pereyra prima, e Tevez dopo.

DJORDJEVIC 6,5 – Entra benissimo nel match: spreca una buona chance nel finale di gara, ma nel secondo tempo supplementare è sfortunato su una grande conclusione in cui prende il doppio palo. Bravo.

KEITA S.V.

PIOLI 6,5 – Il cambio di modulo imbriglia la Juventus di Allegri, ma il fato gli dice di no. Tanti applausi.

JUVENTUS

STORARI 6,5 – Esce benissimo su Djordjevic nel finale di gara. Sempre attento e preciso.

BARZAGLI 6,5 – Preciso, attento, efficace. Soffre le accelerazioni di Candreva, ma tiene sempre botta.

BONUCCI 6 – Meno lucido del solito, ma gioca complessivamente una buona partita.

CHIELLINI 7 – Pareggia subito i conti e chiude ogni azione pericolosa della Lazio.

LICHTSTEINER 5,5 – Non spinge molto sulla fascia, copre bene, ma da lui ci si aspetta di più in fase offensiva.

VIDAL 6 – Il guerriero lotta come un leone. Corre su ogni pallone e ne recupera tantissimi.

PIRLO 5,5 – Sbaglia molti palloni, non da lui. Poco brillante.

POGBA 5 – Il più in ombra dei suoi. Tocca pochi palloni e li sbaglia quasi tutti.

EVRA 6 – Tiene botta sulla propria fascia, anche se spinge pochissimo. Prova sufficiente.

TEVEZ 6 – Non brillantissimo sotto porta, ma corre per la squadra e gioca per la squadra. Sempre decisivo il suo apporto.

LLORENTE 5 – Tocca anche lui pochi palloni. Prova impalpabile.

PEREYRA 6 – Entra e dà ritmo ai suoi. Buona giocate e tanta qualità.

MATRI 7 – Entra per Llorente e decide il match con un tiro non impeccabile. Decisivo.

PADOIN S.V.

Vuoi la tua pubblicità qui?

ALLEGRI 7 – Stagione, sin qui, perfetta. Vince la Coppa Italia dalla panchina, con i cambi. 

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo