Tarquinia, rubati due km di fili di rame. 40 abitazioni senza corrente

Maxifurto a Tarquinia in località Turchina al confine con Monte Romano, dove malviventi, tra sabato e domenica, sono riusciti a tranciare un enorme quantitativo di cavi di rame dei pali dell’Enel. Quasi due chilometri di cavi di rame rubati. Una quarantina le utenze senza corrente elettrica. L’allarme è scattato intorno alle ore 19:00 di sabato primo dicembre, dopo un’interruzione della corrente. Si tratta di una zona particolarmente nascosta e piena di fango per cui intervenire non è stato semplice. E’ stato accertato comunque un furto di circa 800 metri.

I tecnici dell’Enel hanno iniziato a riparare il primo guasto, ma a causa della difficoltà di raggiungere i fili che si addentrano in zone impervie pare che i malviventi abbiano agito anche la sera successiva, portando via questa volta un km di rame. I Carabinieri della stazione di Tarquinia hanno avviato gli accertamenti e le indagini. In località Turchina sono stati impiegati gruppi elettrogeni per tamponare la situazione per cui circa 40 utenze sono senza corrente.

LEGGI ANCHE:

Astorre sbaraglia gli avversari, è il nuovo segretario Pd del Lazio

Regione Lazio, concorso pubblico per 258 infermieri