08 Agosto 2020

Pubblicato il

Terremoto, nuova forte scossa nelle Marche: 4,8 gradi Richter

di Redazione

Epicentro in località Acquacanina: sisma avvertito anche ad Ancona e nel Viterbese

Una nuova forte scossa di terremoto è avvenuta alle 8.56 di oggi, 1 novembre. Lo sciame sismico continua a non dare tregua: un sisma di magnitudo 4,8 gradi della scala Richter è stato registrato in località Acquacanina, in provincia di Macerata, a una profondità di 10 km.

Secondo le prime informazioni la scossa sarebbe stata percepita nitidamente ad Ancona e in varie zone del Viterbese e del Reatino. Queste le altre località comprese entro i 10 km dall'epicentro: Fiastra, Bolognola, Ussita, Fiordimonte, Pievebovigliana, Visso e Pieve Torina, tutte località in provincia di Macerata.  Il sito de La Repubblica riferisce di nuovi crolli a Ussita.

"La scossa di stamani è stata fortissima – ha dichiarato all'agenzia Ansa il sindaco di Ussita, Marco Rinaldi – il maresciallo dei carabinieri mi dice che ci sono stati altri crolli in paese, e si vede del fumo". ''Qui sta crollando tutto, e quello che non crolla è pericolante: il paese sembra raso al suolo. Per fortuna l'ultima famiglia, che aveva la casa agibile, e l'ultimo albergatore si sono convinti ieri ad andare via…". Lo ha detto sempre all'Ansa il sindaco di Castelsantangelo sul Nera, Mauro Falcucci.

Nel frattempo il comune di Rieti informa che questa mattina, intorno alle 9, i Vigili del Fuoco, accompagnati dal vicario parrocchiale don Roberto D'Ammando, hanno effettuato i controlli sia all'interno che all'esterno della torre campanaria della Basilica Cattedrale. Le verifiche non hanno evidenziato alcun danno conseguente ai recenti eventi sismici. Il consiglio dei Vigili è stato solo quello di continuare a monitorare costantemente la situazione. La Cattedrale rimane comunque chiusa per consentire di effettuare gli ulteriori accertamenti dopo i primi sopralluoghi. 

 

*Immagine tratta dal sito dell'Ingv

 

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento

Condividi