Vuoi la tua pubblicità qui?
15 Maggio 2021

Pubblicato il

Trading: consigli per scegliere la materia prima su cui investire

di Redazione

Un’attività in continua crescita e che nel 2019 ha avuto un aumento del 12% è senza dubbio il trading online

Un’attività in continua crescita e che nel 2019 ha avuto un aumento del 12% è senza dubbio il trading online, che sembra interessare un numero sempre maggiore di persone. Ci si può occupare di trading nel tempo libero e ovunque ci si trovi, l’importante è avere una connessione internet e un computer. È un’attività che potrebbe garantire ottimi guadagni e alti rendimenti se si impara ad utilizzare strumenti e strategie adeguate, e se si è preparati e costantemente aggiornati.

Per trarre profitto e ridurre al minimo le perdite è essenziale diversificare gli investimenti e soprattutto sapere dove investire. Per fare le scelte giuste è utile anche affidarsi alla rete e consultare approfondimenti come TradingOnlineGuida.
 

Trading su materie prime
 

Tra i mercati di maggiore interesse ci sono sicuramente i titoli azionari, così come gli indici, le materie prime, le valute e la novità rappresentata dalle criptovalute. Indipendentemente dal settore in cui si decide di investire, bisogna sapere che ci saranno sempre grandi opportunità di guadagno ma anche alcuni rischi.
 

Vuoi la tua pubblicità qui?

Per chi cerca un’ottima soluzione per gli investimenti di medio o lungo termine perfetto è il trading su materie prime, ritenuto da molti particolarmente vantaggioso e interessante. Considerando che le materie prime sono alla base dell’economia mondiale ed essenziali per l’esistenza umana, queste non hanno un mercato molto movimentato.
 

Vuoi la tua pubblicità qui?

È importante inoltre prendere in considerazione determinati fattori riguardo le materie prime, quali l’andamento delle valute, la situazione politica del paese in cui viene prodotta la materia prima, le guerre, le catastrofi naturali, le condizioni meteo e le difficoltà nei trasporti.  Quando si parla di trading su materie prime si può fare riferimento a due diverse tipologie di trading:
 

– il trading “Rolling Daily”, legato al prezzo di una materia prima su base giornaliera

– il Trading di future, legato al prezzo futuro della materia prima.
 

Vuoi la tua pubblicità qui?

Per fare Trading su materie prime, per prima cosa è necessario scegliere quella più adatta alle proprie esigenze, ricordando che ogni materia prima ha un diverso livello di volatilità e liquidità. Poi si deve rimanere aggiornati e cercare di reperire informazioni utili per capire se possono esserci ripercussioni positive o negative su una materia prima piuttosto che un’altra.

Materie prime su cui investire

Le materie prime sono tutti quei materiali fondamentali per la produzione di altri beni, possono essere acquistate e vendute in tutto il mondo, hanno un valore preciso e un prezzo abbastanza volatile e vengono scambiate sui mercati aperti, proprio come le obbligazioni e le azioni. Grazie alle materie prime, il trader può guadagnare sia acquistandole che vendendole. Pur non essendo tutte ugualmente vantaggiose, le 10 materie prime più negoziate sono petrolio greggio e petrolio WTI, acciaio, ferro, oro, rame, argento, alluminio, mais e semi di soia. Negli ultimi anni quelle che hanno conquistato maggiormente gli investitori sono l’argento e il petrolio. Il primo è attualmente quotato intorno ai 15 dollari, il secondo invece ha un prezzo compreso tra gli 85 e 110 dollari al barile.
 

Tra le materie prime, quelle più vantaggiose sono sicuramente 3:

– il petrolio, la cui importanza non è legata solo alla benzina ma anche a tutti quei prodotti che vengono realizzati attraverso il processo di raffinazione.
 

– il rame, uno dei materiali più utilizzati al mondo, che ha una buona volatilità e un prezzo molto variabile.

– l’oro, considerato un bene rifugio perché tende a mantenere stabile il proprio valore o ad accrescerlo nei periodi di maggiore incertezza politica ed economica.

Può essere fatta un’ulteriore distinzione tra materie prime più redditizie a breve termine e materie prime più redditizi a lungo termine. Tra le prime ci sono sicuramente il petrolio e il gas naturale, tra le seconde invece l’oro e materiali preziosi.
 

Investire in materie prime è sicuramente un’attività molto remunerativa, che regala grandi soddisfazioni e ottimi profitti.

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento