04 Marzo 2021

Pubblicato il

Traffico. Viabilità alternativa per Valmontone. Finalmente arriva il progetto

di Redazione

Il Sindaco Alberto Latini ci parla della viabilità valmontonese; in vista la risistemazione delle strade

Il Sindaco Alberto Latini ci parla della viabilità valmontonese, in questi tempi bui per le strade italiane a Valmontone si vede un bagliore in fondo al tunnel.

La Regione Lazio ha infatti concesso 6,5 milioni di euro alla società Astral, la quale dovrà mettere in atto la risistemazione delle strade che vanno da Valmontone a Cisterna di Latina; questo sovvenzionamento è stato rilasciato per sanare le condizioni del manto stradale interessato dal passaggio di mezzi pesanti. La viabilità urbana di Valmotnone sarà interessata dai seguenti lavori: “Dal ponte di ferro fino al ponte dell’autostrada sarà l’Astral a fare l’asfalto, mentre il successivo tratto fino al ponte dell’alta velocità verrà asfaltato dalla ditta che ha realizzato il primo lotto della rete fognante su via Arianadichiara il Sindaco di Valmontone Alberto Latini, che aggiunge il restante tratto, dal ponte dell’alta velocità fino alla Torretta sarà realizzato dalla Provincia (Città Metropolitana di Roma) che aveva già messo in bilancio qualche anno fa tali lavori”. Dato che l’Astral deve tuttavia compiere dei lavori di manutenzione, l’Amministrazione comunale guidata da Alberto Latini, ha consigliato alla società di sistemare il tratto di strada che va da locale Bangkok fino allo stazionamento ferroviario; mentre la ditta che realizzerà il secondo tratto di fognatura su via Ariana, asfalterà i tratti stradali provinciali di Colle Aprano e Colle Ostese. “A marzo inizieranno i lavori, svolti dalla società delle ferrovie, per rendere percorribile al traffico dei mezzi di soccorso la strada che collega lo stazionamento al sottopasso su via Le Muracontinua il primo cittadino di Valmontone Nel 2015 feci un accordo con la società che gestisce le ferrovie ad alta velocità, loro avrebbero sistemato lo stazionamento di emergenza, ma feci notare che la strada che collega i tratti principali a questo luogo non era adatta al passaggio dei mezzi di soccorso; l’accordo sottoscritto fu quello che loro avrebbero pensato anche all’adattamento della strada che collega lo stazionamento al sottopasso su via Le Mura all’eventuale traffico di mezzi di soccorso. I lavori comprenderanno la realizzazione di un fondo stradale per 25 cm e la creazione di un manto asfaltato per 4 metri di larghezza”.

Sempre in materia di grandi opere è chiara ormai la volontà di Paola De Micheli, Ministra delle Infrastrutture e dei Trasporti, di portare a termine la tanto agognata bretella Cisterna – Valmontone; tuttavia Latini ci rivela che se questa grande infrastruttura non dovesse vedere la luce, ha comunque intenzione di creare un ulteriore viabilità alternativa, che collegherà Valmontone al territorio di Artena. Si asfalterà e si renderà percorribile al flusso stradale via della Valletta fino al ponte Valle Pera, sito ad Artena su via Velletri. Il Sindaco ci spiega l’opera: “Se non si farà la Cisterna – Valmontone ogni Sindaco ha in progetto dei lavori per alleggerire il traffico su via Ariana. Purtroppo noi abbiamo il problema che il casello autostradale non può essere spostato da lì; detto ciò ho pensato di agevolare l’uscita dei valmontonesi dal centro abitato in modo diverso, il lavoro comprenderebbe l’adattamento della strada via della Valletta al traffico urbano, si creerà una rotatoria presso l’entrata della strada su via Artena, davanti il Bar La Valletta. Questa nuova infrastruttura sarebbe accompagnata da un’implementazione della strada che dalla località Stazione Vecchia conduce fino al sottopasso tra via della Pace e via Le Mura, nel caso abbiamo messo nel progetto l’ampliamento del sottopasso a doppia corsia e l’adattamento della rotatoria davanti ai Macinanti. Tutto ciò solo se non si farà la Cisterna – Valmontone: tra pochi mesi dovremmo finalmente avere le decisioni finali su tale opera”.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Inoltre, verrà completata anche la messa in sicurezza di via Artena dal suo inizio presso l’incrocio con Via Casilina fino al ponte dell’autostrada, Latini delucida i lavori che verranno effettuati: “Si farà il marciapiede dalla rotatoria fino allo svincolo su via Antonio Gramsci, inoltre verrà terminato il marciapiede tuttora monco e collegato con il marciapiede già esistente che conduce fino alla stazione ferroviaria; verrà effettuato anche l’intervento per ridurre il rischio idrogeologico sulla fiancata a oggi non messa in sicurezza che si affaccia sul tratto di via Artena che sale dal ponte di ferro fino alla rotatoria. Inoltre, vogliamo finire la messa in sicurezza di via Artena fino all’imbocco per Colle Belvedere, dobbiamo ricevere il nullaosta per la realizzazione del marciapiede, nel caso comunque siamo già pronti a metodi alternativi”.

Vuoi la tua pubblicità qui?

L'articolo è tratto dal mensile "Notizie del cuore", febbraio 2020

 

Leggi anche: 

Coronavirus, 34° bollettino Spallanzani: "20 positivi e 3 polmoniti gravi"

Roma, scrofa che uccise un uomo e ferì bimbo risparmiata: ora si chiama "Grazia"

 

 

 

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento