Vuoi la tua pubblicità qui?
23 Ottobre 2020

Pubblicato il

Una grande Virtus Roma batte all’esordio la Fortitudo Bologna per 81-76

di Redazione

Prima giornata di regular season e prima vittoria per la Virtus Roma. I capitolini superano la Fortitudo Bologna favorita alla vigilia

Virtus Roma vs Segafredo Virtus Bologna | Palazzo dello Sport (PalaEur)

Straordinaria prestazione per i capitolini, guidati da Hunt e Robinson

Comincia col botto la stagione 20/21 per la Virtus Roma, che sorprende tutti e tra le mura amiche batte per 81-76 la Fortitudo Bologna.
Una straordinaria prestazione corale per gli uomini di coach Piero Bucchi, capaci di mettere la museruola alle bocche da fuoco degli ospiti, che schieravano in quintetto Banks, Aradori e Happ, i tre migliori marcatori della scorsa stagione.
Per Roma l’MVP è senza dubbio Dario Hunt: il lungo ex Brescia ha chiuso la partita con 24 punti(11/12 dal campo) e 9 rimbalzi per un 36 di valutazione, mostrandosi sempre presente a rimbalzo e molto bravo a muoversi senza palla.
Segnali positivi anche da parte di Gerald Robinson: il play ex Monaco, oltre ai 19 punti a referto, ha messo in campo una difesa asfissiante su Adrian Banks, trovando 3 recuperi in fasi calde del match.
In attesa di imminenti novità sul fronte societario (presente sugli spalti Massimiliano Del Conte), Roma si porta a casa 2 punti importanti e si gode una vittoria che sulla carta non era affatto pronosticata.

IL TABELLINO
Virtus Roma 81 – 76 Fortitudo Bologna (20-20, 24-12; 20-28, 17-16)

Virtus Roma: Hadzic ne, Biordi, Beane 12, Campogrande ne, Baldasso 1, Cervi 4, Telesca ne, Hunt 24, Robinson 19, Evans 15, Farley ne, Wilson 6. All. Bucchi

Vuoi la tua pubblicità qui?

Fortitudo Bologna: Banks 9, Aradori 10, Mancinelli ne, Dellosto, Fletcher 5, Palumbo, Fantinelli 16, Happ 13, Withers 16, Totè 7, Sabatini. All. Sacchetti

LA PARTITA
I minuti iniziali sono subito all’insegna dell’equilibrio, con Dario Hunt che firma il primo dei tanti canestri che guideranno Roma fino all’intervallo. L’attacco di Bologna sembra più sciolto, soprattutto grazie alle letture nel pitturato di Ethan Happ: gli ospiti vanno sul +7, ma la Virtus riesce a ricucire lo strappo fino ad impattare sul 20-20 grazie a un tap-in di Cervi sulla sirena.Nel secondo quarto si scatena Jamil Wilson: l’ala ex Clippers infila due bombe consecutive, regala un assist ad Hunt e porta i suoi sul +6, prima di commettere il suo terzo fallo. Roma continua a giocare con fiducia, allargando il proprio vantaggio fino alla doppia cifra cavalcando sempre Dario Hunt (14 punti e 6 rimbalzi all’intervallo) e trovando canestri anche da Anthony Beane.
Con un parziale di 24-12 in favore dei capitolini, si va al riposo sul 44-32 per la Virtus.

Al rientro sul parquet si rifà sotto la Fortitudo Bologna, che ritorna in singola cifra di svantaggio. Le attenzioni della difesa virtussina si concentrano su Ethan Happ, il quale permette a Banks di smuovere il proprio tabellino e a Fantinelli di trovare un paio di canestri importanti per la rimonta ospite. Bologna tocca anche il -2, così Roma deve aggrapparsi alle giocate di Gerald Robinson (8 punti nel quarto), che con leadership trascina i suoi fino al 64-60 di fine terzo periodo.

Nei 10′ conclusivi, la Virtus deve difendersi con le unghie e coi denti dagli assalti fortitudini. Lo fa ancora grazie alla coppia Robinson-Hunt, entrambi in grado di garantire una difesa aggressiva e punti pesanti nella metà campo offensiva. 
I padroni di casa, pur privi di Wilson per 5 falli, riescono dunque a rispedire Bologna sui due possessi di distanza, rimanendo anche freddi dalla lunetta nell’ultimo minuto di gioco.
Suona la sirena: Virtus Roma 81 – 76 Fortitudo Bologna.

Vuoi la tua pubblicità qui?

*Articolo a cura di Paolo Nazzaro.

Vuoi la tua pubblicità qui?
 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento