01 Marzo 2021

Pubblicato il

Roma, Usi in piazza Campidoglio il 3 novembre per la Multiservizi

di Fabio Vergovich

"Non basta più la 'buona volontà' e le 'buone intenzioni', i lavoratori e le lavoratrici della Multiservizi non possono più aspettare"

Giovedì 3 novembre si riunirà il Consiglio comunale nell’Aula Giulio Cesare di Palazzo Senatorio dalle ore 9.30 alle ore 13.30.

Vuoi la tua pubblicità qui?

In contemporanea è prevista una manifestazione in piazza del Campidoglio organizzata dal sindacato Usi a sostegno dei dipendenti della Roma Multiservizi. Il 4 ottobre l’assessore all’Ambiente Paola Muraro ha dichiarato nella Commissione Consiliare Ambiente, presieduta da Daniele Diaco, che è intenzione della Sindaca Raggi trasformare la Roma Multiservizi in società di “primo livello”.

Una società il cui capitale azionario diventerebbe al 100% di Roma Capitale.  “Attualmente, al di là delle dichiarazioni istituzionali, nessun passo è stato ancora mosso in tal senso. Nel frattempo è stato nominato Colomban, per le funzioni di Assessore alle Partecipate, il quale ha tenuto a precisare che il suo lavoro di verifica di tutte le partecipate vedrà la luce… ai primi di dicembre, anche se ha confermato la volontà di procedere verso la riacquisizione in totale controllo pubblico della Società”, afferma l’Usi in un comunicato.

“Ci sono affidamenti in scadenza a breve termine, che espongono al rischio del licenziamento almeno 70 dipendenti. Il sindacato aut organizzato USI, i Comitati dei lavoratori e delle lavoratrici che si sono formati, hanno richiesto incontri con l’assessore Colomban sin dal suo insediamento, ma finora nessun appuntamento formale è stato dato”, spiega il sindacato, che prosegue: “Nel frattempo, l’alternativa ‘offerta’ dall’Azienda al personale collocato  negli appalti ‘in scadenza’, è un utilizzo, di dipendenti che si sono sempre occupati del settore del verde, ad essere spostati all’interno di scuole con attività da ausiliari, senza alcun percorso formativo e addestramento (come è obbligatorio per legge sulla salute e sicurezza)”.

Vuoi la tua pubblicità qui?

“No, non c’è tempo e queste soluzioni sono sempre ‘in emergenza’. L’USI non ha ritirato lo stato di agitazione locale e le mobilitazioni. Il 3 novembre 2016, ci si troverà costretti a rilanciarlo. Per convincere la Giunta Capitolina guidata dalla Sindaca Raggi, che non basta più la ‘buona volontà’ e le ‘buone intenzioni’, ma un preciso indirizzo e orientamento politico e amministrativo e…occorrono azioni concrete, i lavoratori e le lavoratrici della Roma Multiservizi non possono più aspettare. Per questi motivi, saremo in presidio in piazza del Campidoglio il 3 novembre dalle 15 alle 19“, così in un comunicato l’Unione Sindacale Italiana.

 

 

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento