Giovedì 28 Maggio 2020 ore 06:06
CRONACA ROMA

Stai visualizzando la versione precedente del nostro sito, tutti gli aggiornamenti li trovi QUI

Stadio As Roma, ok della commissione all'interesse pubblico
Ma la società giallorossa dovrà rispettare le condizioni previste nella delibera a pena di decadenza

Via libera dalla Commissione Urbanistica, riunitasi in sede congiunta con quelle Ambiente, Lavori Pubblici, Sport e Trasporti, alla delibera sullo stadio della Roma.

C'è dunque il tanto agognato e discusso interesse pubblico alla realizzazione dell'opera. La Commissione ha, tuttavia, stabilito che "il non rispetto di una delle condizioni previste nella delibera sulle opere che devono essere realizzate a carico del proponente senza costi per Roma Capitale, farà decadere l'interesse pubblico del Comune".    

Un altro decisivo passo avanti, dunque, verso la costruzione del nuovo stadio dell'As Roma. Sembrano ormai alle spalle i fantasmi che aleggiavano soltanto qualche giorno fa, quando la procura ha aperto un fascicolo per capire se dietro la cessione dei terreni di Tor di Valle, per complessivi 42 milioni di euro, possa esserci una distrazione di fondi legata alla bancarotta.

Il sospetto dei Pm è che la Sais (precedente proprietaria), per sfuggire ai creditori, abbia alienato ad un prezzo decisamente inferiore rispetto a quello di mercato tali terreni, cedendoli alla società Eurnova di Luca Parnasi.

Il prossimo 14 dicembre a Roma, ci sarà la prima udienza di un processo che dovrà far luce in tempi brevi, questo l'auspicio di tutti, sulla vicenda.

L'As Roma di James Pallotta e il Comune per il momento sono spettatori interessati. Come dimostra il semaforo verde della commissione, c'è tuttavia la convinzione che quello della Procura sia solo un atto dovuto e che le vicende giudiziarie non influiranno nel percorso che dovrebbe portare già ad inizio 2015 alla posa della prima pietra.

Stai visualizzando la versione precedente del nostro sito, tutti gli aggiornamenti li trovi QUI


ARTICOLI CORRELATI
Luca Parnasi, che si occuperà della costruzione del nuovo stadio della Roma, si è congedato con "Sempre Forza Roma"
L'Avv. Nevi, delegato della Cassa per il distretto del Lazio: "Decorrenza dal 1/01/2014. Gli avvocati saranno avvisati"
Lo stadio Flaminio è un bene di interesse artistico e storico sotto tutela, non può diventare lo stadio della Roma
Il Quotidiano del Lazio.it è un marchio di Associazione Culturale "Un Giorno Speciale".
Autorizzazione Tribunale di Velletri n°8/13 del 17/05/2013

Direttore: Francesco Vergovich
P.IVA e C.F. 09678001000
Contattaci

[ versione mobile ]