Domenica 07 Giugno 2020 ore 11:45
FAVOLE A LIETO FINE

Stai visualizzando la versione precedente del nostro sito, tutti gli aggiornamenti li trovi QUI

La nuova collezione di "Io Non Ti Mangio" ispirata alle fiabe
L’abbiamo intitolata ”Favole a lieto fine” vediamo però in che modo abbiamo voluto cambiarle

L’abbiamo intitolata ”Favole a lieto fine” vediamo però in che modo abbiamo voluto cambiarle. Mi sono chiesta tante volte che tipo di messaggio poter inviare ai bambini attraverso i loro genitori o conoscenti, e quale fosse  il periodo migliore per farlo. Il Natale è un momento magico in cui i sogni e la fantasia dei piccoli si spingono oltre l’immaginario, si sta in famiglia , si legge, si parla, quale momento migliore quindi? Ho quindi chiesto ai nostri disegnatori di rappresentare attraverso il loro lavoro grafico questa mia idea, ed il risultato è stato davvero sbalorditivo.

Da anni ci battiamo con campagne animaliste che invitano le persone a riflettere  sui loro acquisti, sul significato del loro regalo, su come preparare la casa, il cibo, la tavola natalizia. Abbiamo più volte attraverso la L.A.V. dimostrato pubblicamente con poster posizionati in punti strategici della città, contro la crudeltà che accompagna le feste, uccidere per festeggiare non ha alcun significato Natalizio. Il Natale deve essere un momento speciale dentro di noi, una rinascita , un cambiamento in positivo, la celebrazione di un momento d’amore non di sangue. Ci siamo prodigati gli anni scorsi con suggerimenti di ricette alternative, che nulla tolgono ai succulenti piatti  della centenaria tradizione, ma semmai aggiungono una parte importante, la compassione verso tutti gli esseri senzienti e ne evitano l’eccidio.

Dai vecchi libri di AndersenPerrault e i fratelli Grimm,  racconti accompagnati da immagini molto forti “a nostro avviso” perchè dirette ad  un pubblico così giovane, fragile, ricettivo,e che conserva poi nella memoria le stesse, perchè accompagnate da momenti di intimità;  vissuti con i propri genitori o nonni che le raccontavano  loro per farli addormentare, ma  non entriamo nella psicologia perchè ci sarebbe da discutere un bel pò, ma certamente sono  incisive e difficilmente cancellabili dalla memoria.  Le favole ( come dovrebbe indicare la parola stessa, dovrebbero essere sinonimo di qualcosa di bello, che accade ), ma al contrario per più di 400 anni gli  animali non erano certo ”amici dell’uomo” ma addirittura diventavano  eroi coloro che li uccidevano, come in Capuccetto Rosso, ”Il cacciatore “.

Non si è mai cercato di modificare sia le immagini, che a volte si presentano davvero cruente, rappresentando addirittura  il sangue degli animali uccisi, sia il finale delle storie, il perchè è semplice, perchè gli animali erano solo cibo, o qualcuno cattivo con cui l’umano doveva fare i conti. Nella psicologia infantile il lupo ha spesso rappresentato sinonimo di paura perché “belva feroce” aggressivo, cattivo, e quindi il venir ucciso era una azione positiva . Anche nel Gatto con gli stivali, lo stesso che si reca dal re portando con se per le orecchie un coniglietto impaurito e vivo, sinonimo di cibo. Nel nuovo millennio, si scopre però un realtà diversa grazie anche a Disney,  gli animali ” esseri senzienti” provano dolore, piacere, tristezza, paura , gioia, provano cioè sentimenti come e quanto l’uomo che li incatena, li schiavizza, li maltratta, li sfrutta, li tortura, li  uccide  e li mangia. Il nostro “ Lieto fine, è un voler cambiare le sorti  di questi esseri , vittime per millenni di accuse insensate, è un po’ l’esorcizzare il mito del lupo cattivo e del loro essere solamente cibo.

Nel campo letterario abbiamo spesso parlato nella nostra pagina  di scrittrici Vegane emergenti  come Angela Susini   o molto conosciute come  ” Maria Grazia Sereni che ha in attivo più di 40 libri per bambini di storie vegan fantastiche . Ci Auguriamo che questo cambiamento sia radicale, e che come noi in tanti promuovano iniziative che possano coinvolgere gli adulti e di conseguenza i bambini.

Sempre più scrittrici Vegan quindi, perchè Il futuro è affidato ai bambini  le nuove storie sono un preludio al cambiamento in essere che noi grandi vogliamo fermamente. L’illustrazione che vedete; fa parte della collezione di Io Non Ti Mangio che uscirà il 19 Novembre online, in concomitanza con l’inaugurazione dello Showroom a Praga ,dove ha sede il Brand , presso L’hotel Dolce Vita Suites. Autrice del disegno ” Happy Vegan Christmas ” Capuccetto Rosso ed il lupo finalmente amici di  Revers

* Luciana Milia, Io Non Ti Mangio

Stai visualizzando la versione precedente del nostro sito, tutti gli aggiornamenti li trovi QUI


ARTICOLI CORRELATI
Intervista a Luciana Milia, promotrice della comunità "Io non ti mangio", che esprime i caratteri della filosofia vegana
Ivan Il Re del Pane e Paola Di Giambattista, una nuova collaborazione
La locandina di Apicio è la rubrica di gastronomia di Domenico di Catania, consulente economista e chef
Il Quotidiano del Lazio.it è un marchio di Associazione Culturale "Un Giorno Speciale".
Autorizzazione Tribunale di Velletri n°8/13 del 17/05/2013

Direttore: Francesco Vergovich
P.IVA e C.F. 09678001000
Contattaci

[ versione mobile ]