Sabato 06 Giugno 2020 ore 12:44
ANIMAMBIENTE

Stai visualizzando la versione precedente del nostro sito, tutti gli aggiornamenti li trovi QUI

Tanti auguri orsetta Morena
La piccola orsetta Morena compie un anno e lo festeggia sui monti del PNALM (Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise), dopo aver ritrovato la libertà

Sono passati quasi dodici mesi dal ritrovamento della piccola orsetta. Mesi che avevano comportato cure continue e le necessarie attenzioni per un essere così indifeso rimasto senza mamma orsa. Il personale del Parco si era dato da fare, anche con l’aiuto di autorevoli consulenze internazionali, per farla crescere e cercare di tenerla lontana dalle attenzioni mediatiche che, il ritrovamento, aveva subito suscitato. Nel frattempo aveva cominciato ad insinuarsi un’idea, una volta che la piccola fosse divenuta indipendente, avevano pensato, si sarebbe potuto tentare il suo reinserimento in natura.

Un’operazione tutt’altro che semplice, una operazione mai tentata prima con un esemplare di Orso Marsicano. Morena, la piccola femmina, era troppo importante, fondamentale per un futuro accoppiamento che avrebbe potuto allontanare ulteriormente lo spettro del rischio di estinzione che la specie sopporta da diversi decenni. L’Orso Marsicano, infatti, con i soli 50/56 esemplari stimati rimasti in Natura, è l’orso più raro del mondo e una femmina, futura mamma, poteva e doveva essere una scommessa da vincere a tutti i costi.

Così, dopo aver passato diversi mesi in una località tenuta segreta, si era deciso per il rilascio. L’operazione, delicatissima, sarebbe dovuta avvenire nel silenzio generale, con la stampa e le televisioni all’oscuro così da tutelare l’animale che, negli ultimi mesi, aveva preso peso e si dimostrava pronta alla ricerca di una tana dove prepararsi per il letargo.

Così quel giorno era arrivato. Dotata di un radio collare, la piccola, dapprima esitante, si era tranquillizzata e, successivamente, aveva cominciato a prendere coraggio fino ad allontanarsi. Era arrivato il momento di tornare a casa.

Nel comunicato che l’Ente Parco ha divulgato nell'occasione del primo anno di vita della cucciola, si legge tutta l’emozione di chi la aveva seguita e coccolata per tutto il periodo della custodia in semi libertà. “In questi giorni Morena compie un anno, sta diventando grande e il Parco le ha fatto il regalo più bello donandole la libertà”.

Dalla data del rilascio, nessuno l’ha più vista ma il personale del Parco la monitora a distanza per evitare contaminazioni con l’uomo che, in questo periodo, potrebbero compromettere il suo reinserimento in Natura. “Morena, continua il comunicato, è l’occasione per invitare tutti al massimo rispetto delle regole soprattutto in materie di escursioni fuori sentiero, sci, alpinismo e passeggiate con i cani: le femmine stanno partorendo, i giovani cuccioli sono ancora disorientati”.

Morena, divenuta suo malgrado un simbolo dell’Orso Marsicano, anche e soprattutto dopo la morte del vecchio orso Sandrino, continua la sua vita ritrovata nei boschi e sui monti del Parco. Sola ma piena di energie, continua il suo peregrinare alla scoperta del suo mondo, tanto che, il 5 gennaio scorso, è stata capace di fare una bellissima sorpresa a tutti, quando, inconsapevolmente, si è trovata a passare di fronte all’obiettivo di una fotocamera usata come foto-trappola. L’immagine parla da sé. La piccola appare in buona salute mentre si destreggia tra le rocce.

E allora, buon compleanno Morena. Facciamo tutti il tifo per te.

Stai visualizzando la versione precedente del nostro sito, tutti gli aggiornamenti li trovi QUI


ARTICOLI CORRELATI
Il Parco Nazionale d’Abruzzo (PNALM) rende note le cause della morte dell’orsetta Morena
Morena sarà seguita grazie al radio collare satellitare di cui è stata munita prima del rilascio
Il Parco Nazionale d’Abruzzo è infetto da tubercolosi bovina e l'Orso Marsicano potrebbe risentirne tanto da estinguersi
Il Quotidiano del Lazio.it è un marchio di Associazione Culturale "Un Giorno Speciale".
Autorizzazione Tribunale di Velletri n°8/13 del 17/05/2013

Direttore: Francesco Vergovich
P.IVA e C.F. 09678001000
Contattaci

[ versione mobile ]