Domenica 31 Maggio 2020 ore 05:54
AMBIENTE

Stai visualizzando la versione precedente del nostro sito, tutti gli aggiornamenti li trovi QUI

Orsi e lupi a rischio uccisioni a Bolzano
Il ddl, appena approvato, su proposta dell'assessore all'agricoltura Arnold Schuler, prevede la cattura, il prelievo o addirittura l'uccisione, in casi estremi, di alcuni esemplari

Via libera della Giunta Provinciale di Bolzano al disegno di legge relativo ai grandi carnivori, orsi e lupi compresi. Il ddl, "Misure di prevenzione e di intervento concernenti i grandi carnivori", appena approvato, su proposta dell'assessore all'agricoltura Arnold Schuler, prevede la cattura, il prelievo o addirittura l'uccisione, in casi estremi, di alcuni esemplari. Il tutto, è stato precisato, dovrà essere concordato con l'Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale (ISPRA). A darne l'annuncio, il presidente della Giunta Provinciale di Bolzano, Arno Kompatscher. "La Provincia di Bolzano, ha dichiarato, stabilirà i prelievi di singoli esemplari ma solo a patto che non esista un'altra soluzione e che ciò non pregiudichi il mantenimento della specie".

Così, mentre il popolo animalista, a seguito della notizia, è in fermento, la situazione (e la vita) di orsi e lupi, almeno nel nord del Paese, si fa più dura. L'annuncio, a poche ore dalla Giornata Mondiale dell'Ambiente e della Natura, festeggiata in tutto il mondo, ieri.

*Foto di Remo Sabatini

Stai visualizzando la versione precedente del nostro sito, tutti gli aggiornamenti li trovi QUI


ARTICOLI CORRELATI
"Confido ancora nei Presidenti e nei Consigli delle due Province autonome e lancio loro un appello affinché ritirino i provvedimenti approvati"
Si dice che il Natale sia da trascorrere in famiglia, ma se si riesce a fare un viaggio a Bolzano durante il periodo delle feste si resta incantati
Cinghiali e lupi: per il territorio reatino è emergenza
Il Quotidiano del Lazio.it è un marchio di Associazione Culturale "Un Giorno Speciale".
Autorizzazione Tribunale di Velletri n°8/13 del 17/05/2013

Direttore: Francesco Vergovich
P.IVA e C.F. 09678001000
Contattaci

[ versione mobile ]