Venerdì 05 Giugno 2020 ore 06:59
DOPPIO DRAMMA

Stai visualizzando la versione precedente del nostro sito, tutti gli aggiornamenti li trovi QUI

Roma, uomo si suicida un mese dopo la morte della sua fidanzata
Lei era morta per un tumore un mese prima, lui si è tolto la vita buttandosi dalle scale del Gemelli

Un uomo di 32 anni, giovedì pomeriggio, si è tolto la vita buttandosi da un'altezza di 15 metri all'ospedale Gemelli di Roma. Prima di suicidarsi il ragazzo ha urlato "Ti amo, ti sto per raggiungere" pronunciando il nome della sua fidanzata che proprio un mese prima era morta, anche lei a 32 anni, presso lo stesso policlinico universitario per un tumore.

Lui lavorava come barista a Centocelle, lei in una cooperativa e viveva ad Albano. I due erano fidanzati sin dall'adolescenza. Ad interrompere la loro storia d'amore è stata la malattia di lei, morta dopo un calvario di tre mesi. Nei giorni precedenti al suicidio l'uomo aveva cominciato su Facebook una sorta di conto alla rovescia a giovedì, proprio il giorno in cui si è lanciato nel vuoto dalle scale di uno dei padiglioni amministrativi del nosocomio.

I medici hanno provato per quasi un'ora a rianimare il ragazzo, ma per  lui non c'è stato niente da fare. Quando sono giunti sul posto, gli agenti del commissariato di Polizia di Monte Mario non hanno potuto fare altro che constatare il decesso.

 

Leggi anche:

Frosinone, suicidio al Multipiano: ragazzo 25enne si lancia nel vuoto

Latina: suicidio 78enne, noto sportivo maratoneta. Sconcerto tra amici

Stai visualizzando la versione precedente del nostro sito, tutti gli aggiornamenti li trovi QUI


ARTICOLI CORRELATI
L'adolescente di Artena in un primo momento sembrava fosse stato colpito dalla meningite fulminante, ma all'ospedale Gemelli è stato sottoposto all'esame della Tac che ha escluso la grave malattia
Già conclusa profilassi per famiglia e alunni maestra romana
La pena più elevata per il medico che guidò l'equipe. Imposto anche un maxi risarcimento per oltre 1 mln
Il Quotidiano del Lazio.it è un marchio di Associazione Culturale "Un Giorno Speciale".
Autorizzazione Tribunale di Velletri n°8/13 del 17/05/2013

Direttore: Francesco Vergovich
P.IVA e C.F. 09678001000
Contattaci

[ versione mobile ]