Giovedì 04 Giugno 2020 ore 23:43
CHI PICCHIA NON AMA

Stai visualizzando la versione precedente del nostro sito, tutti gli aggiornamenti li trovi QUI

Ennesima violenza sulle donne: è accaduto a Palestrina. Vittima la 20enne Aurora
L'ennesima violenza consumata a pochi giorni dalla giornata mondiale contro la violenza sulle donne

A pochi giorni dalla giornata mondiale contro la violenza sulle donne, istituita dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite, tramite la risoluzione nr. 54/134 del 17 dicembre 1999 e che ricorre ogni anno il 25 novembre – quest’anno cadrà di lunedì - eccoci a dover parlare dell’ennesimo episodio di violenza subito da una giovane donna, da parte del suo ex che dichiarava di amarla. Fu scelto il 25 novembre perché proprio in quella data, nel 1960 furono ritrovate in un dirupo, dopo essere state torturate, le tre sorelle Mirabal, uccise dai sicari del dittatore della Repubblica Dominicana Trujillo. Secondo L’OMS, nel mondo 1/3 delle donne ha conosciuto la violenza e secondo indagini condotte tra il 2005 ed il 2016 in 87 Paesi , il 19% delle intervistate tra i 15 ed i 49 anni, ha rivelato di aver subito abusi fisici o sessuali.

Palestrina. La storia di Aurora, picchiata dall’ex ragazzo

Una ragazza di Palestrina, maestra di danza, che a soli 13 anni si è innamorata di un ragazzo più grande di lei di cinque anni. Lo ha lasciato un mese fa, ma lui, quando ha saputo che la sua ex aveva un altro uomo, nella notte tra il 22 ed il 23 ottobre, l’ha picchiata selvaggiamente: botte, calci, pugni, sputi, ossa fratturate. Per quanto subito i medici le hanno diagnosticato 15 giorni di prognosi. Ma lei non si è data per vinta, anzi. Ha denunciato il suo aguzzino ed è tornata dai Carabinieri, perché un anonimo ha cancellato le foto delle violenze subite che lei aveva postate su Fb affermando che il racconto era falso. Questa giovane donna è ancor di più encomiabile perché ha partecipato alle passate edizioni della giornata mondiale contro la violenza sulle donne e ora, dopo i gravi fatti, capisce sulla propria pelle, nel profondo dell’anima, quello che provano le donne stuprate, picchiate, stalkerate.

Gli spaventosi numeri di casi di violenza sulle donne

In Italia, le donne subiscono la maggior parte delle violenze dal proprio partner o ex partner. Si tratta del 31,5% nell’età compresa tra i 16 ed i 70 anni. Il dato più mostruoso è poi che otto donne su dicei non denunciano il loro aguzzino. Dato positivo è il fatto che il 41,7% delle vittime ha lasciato il compagno, inoltre dal 1996 la violenza contro le donne, da delitto contro il buon costume si è tramutato in delitto contro la libertà personale. L’ultima legge di quest’anno ha riconosciuto reati gravi: revenge porn, sfregi, nozze forzate. Della regione Lazio non ci sono molti dati. Purtroppo non brilla per i centri antiviolenza. Ce ne sono 0,9% per ogni 1000 donne. Zingaretti aveva promesso un piano antiviolenza, ma ancora non se ne vede la luce.

Aurora e l’aiuto ricevuto da Eleonora Mattia

Grazie alla Presidente della IX Commissione Regionale pari opportunità Eleonora Mattia, Aurora è entrata in contatto con il centro “Il Filo di Arianna”che subito l’ha aiutata e la supporterà legalmente affinché finalmente possa avere quella giustizia che merita, speriamo, perché purtroppo spesso accade in Italia che gli stupratori vengano puniti con pene irrisorie rispetto alle colpe commesse.    

Stai visualizzando la versione precedente del nostro sito, tutti gli aggiornamenti li trovi QUI


ARTICOLI CORRELATI
I coniugi sarebbero entrambi sordomuti: l'uomo ha tentato il suicidio ed è ora piantonato
Arrestato a Oriolo Romano un 60enne di Tolfa, che ritiene la donna responsabile della fine della relazione con l'amante
Una 40enne di Ceprano ha denunciato per stalking l'ex amante. La donna aveva interrotto la relazione dopo che l'uomo si era rifiutato di lasciare la moglie
Il Quotidiano del Lazio.it è un marchio di Associazione Culturale "Un Giorno Speciale".
Autorizzazione Tribunale di Velletri n°8/13 del 17/05/2013

Direttore: Francesco Vergovich
P.IVA e C.F. 09678001000
Contattaci

[ versione mobile ]