Vuoi la tua pubblicità qui?
24 Ottobre 2020

Pubblicato il

Valmontone-Artena: sulla via del dissesto 2

di Manuel Mancini

Reportage su Via Artena, dal casello autostradale di Valmontone ad Artena, buca per buca

Valmontone, riprendendo l’articolo della giornata di ieri, dove scrivevo sull’impraticabilità della via Ariana, meglio conosciuta come via Artena, aggiungo le immagini che documentano le condizioni del manto stradale e alcune opinioni degli automobilisti. Questa strada, per chi non lo sa, è molto trafficata, parte dal casello di Valmontone e conduce fino al centro di Artena.

Vuoi la tua pubblicità qui?

I conducenti di automobili, autotreni, autoarticolati, motocicli e cicli sono costretti a slalom continui per evitare di cadere nelle centinaia di buche lungo la strada. Quando queste manovre non si possono fare si finisce per centrare in pieno l’ostacolo, cioè la buca; anche rispettando i limiti di velocità si rischia di fare danni al proprio mezzo (pneumatici, sospensioni, cerchi e altre parti meccaniche) per via della grandezza e della profondità della fossa stradale. Non è soltanto questo il problema riportato su questo tratto stradale, c’è da aggiungere che in molti punti è assente la segnaletica orizzontale, le strisce, sia per delimitare la carreggiata sia per dividere le corsie.

Mentre la segnaletica verticale è molto mal ridotta (come si può vedere in foto), cartelli gettati a terra, altri che sono li lì per cadere, pannelli integrativi mancanti o piegati. Queste varie mancanze e problematiche non garantiscono la sicurezza né per i conducenti né per i pedoni; questi ultimi sono costretti a camminare all’interno della carreggiata in quanto i marciapiedi, quando ci sono, sono coperti da una folta vegetazione.

Gli automobilisti indignati commentano così: "Non sono neanche quattro anni che è stata asfaltata questa via, ed è già è ridotta come una groviera, il Comune e l’ANAS se provvedono a tamponare lo fanno tramite asfalto a freddo che dopo una giornata già salta", parole di Fabrizio guidatore di una Fiat Punto, aggiunge Luca "Io sono possessore di un Audi TT macchina sportiva e questa strada per me è impraticabile per la grandezza dei cerchi e per l’assetto della scocca non riesco a schivare le varie buche".

Vuoi la tua pubblicità qui?

Mentre Fabiola, Serena e Stefano commentano usando soltanto due parole ”che schifo”. Matilde invece espone il fatto che con l’intensa nebbia delle scorse mattine ha riportato vari danni alla sua Toyota Yaris sia per le buche sia per essere finita fuori strada in quanto non si vedeva il limite stradale. Marco spera che la mattina quando si alza ci sia il sole, in modo che può vederle e schivarle.

Al popolo sorgono così varie domande: la Polizia Municipale non dovrebbe fare il giro di controllo per rilevare le cose che non vanno all’interno del territorio valmontonese? E se segnalate le pessime condizioni in cui riversa la strada perché l’Amministrazione Comunale non provvede ad una buona sistemazione? Dove finiscono i fondi destinati alla manutenzione urbana versati dai cittadini? Gli abitanti attendono risposte concrete, considerando anche che Valmontone è un paese affollata di turisti italiani e non, per la presenza del parco tematico e dell’outlet.

Vuoi la tua pubblicità qui?
 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento