28 Ottobre 2021

Pubblicato il

Valmontone, furto di autoarticolati: arrestato 48enne napoletano

di Redazione
L'uomo fa parte di una banda che nell'ottobre 2014 si era impossessata di un autoarticolato per un valore di 850mila euro

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Colleferro hanno arrestato in esecuzione di una misura cautelare di custodia in carcere – disposta dell’Autorità Giudiziaria di Velletri – un cittadino italiano, di orgine napoletane di 48 anni, già conosciuto alle forze dell’ordine. L'uomo, nel mese di ottobre 2014 a Valmontone, insieme ad un complice di nazionalità bulgara e con complicità dell’autista si sono impossessati di un autoarticolato e relativo carico di pnuematici, per un valore complessivo di circa 850.000 euro.

All’epoca dei fatti, l’autista si recò subito dai Carabinieri di Valmontone per sporgere denuncia di rapina dell’autoarticolato e relativo carico affidatogli dalla società incaricata di svolgere la consegna, ma la versione fornita non convinse i militari. Quindi, dei fatti venivano informati i colleghi del Nucleo Operativo della Compagnia di Colleferro, che intrapresero subito un’articolata indagine sui fatti.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Gli accertamenti svolti mediante intercettazioni telefoniche, analisi dei tabulati e numerose escussione di persone informate sui fatti, hanno permesso di scoprire una vera e propria banda dedita al furto di autoarticolati e relativi carichi. Inoltre, dalle intercettazioni telefoniche è emerso che l’italiano, al fine di assicurarsi l’impunità minacciava gli autisti, che dopo aver collaborato con la banda, erano costretti a denunciare  la rapina del TIR da loro condotto, effettivamente mai avvenuta.

Grazie a questa meticolosa  attività, i Carabinieri sono riusciti a disarticolare la banda, che nel tempo pare si fosse specializzata in questo tipo di furti. Le indagini continueranno per verificare le eventuali responsabilità degli arrestati in ordine ad altri eventi criminosi dello stesso genere. E’ da sottolineare il ruolo dell’autista nella vicenda. Le sue dichiarazioni confuse e prive di fandamenta hanno messo gli investigatori dell’Arma sulle tracce della banda specializzata nella particolari rapine..   

Vuoi la tua pubblicità qui?
Vuoi la tua pubblicità qui?
 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo