Vuoi la tua pubblicità qui?
29 Luglio 2021

Pubblicato il

Vetralla, duro scontro tra Gennaro Giardino e l’assessore Sensi

di Redazione

"Giardino elimina i miei post su Facebook, è una nullità" "Mi rende orgoglioso essere definito così da uno come lui"

A Vetralla le elezioni comunali si terranno il prossimo anno ma già si respira aria di campagna elettorale. A nemmeno due settimane dall'annuncio della formazione della lista civica "Io Amo Vetralla" Gennaro Giardino, uno dei fondatori del progetto politico insieme a Luigi Calivà, si ritrova al centro del dibattito politico a causa di una vivace discussione con l'assessore all'Urbanistica Maurizio Sensi.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Sul suo profilo Facebook, Giardino ha reso noto di essere stato pesantemente attaccato da Sensi, il quale ha dichiarato: “Sig. Gennaro lei può anche eliminare i miei post di risposta sulla sua pagina ma sappia che  non vale niente. Lei non riesce ad accettare chi le dice la verità, lei è una nullità, e quando vedrà chi le sta dietro (pochissimi) la contatterò nuovamente, NULLITÀ!”.

Vuoi la tua pubblicità qui?

"Questo assessore – ha osservato Gennaro Giardino – merita il premio Oscar per dire a me che sono nulla ma mi domando quanto pensa di valere. Egregio Assessore Maurizio Sensi  fino ad ora mi sono limitato a cancellare i suoi post semplicemente perché non erano degni di nota. Se lei mi considera una nullità perché allora dedica il suo tempo ad attaccarmi ferocemente?"- 

"Al nulla – attacca Giardino –  non si dà importanza, ma se lei gliene da tanta significa che questo Nulla è per lei un rumore assordante, un grido unisono che arriva dalla gente di Vetralla che è stanca dell’inefficienza e vuole un megafono per amplificare la protesta. Personalmente – conclude Giardino – mi sento orgoglioso di essere definito Nulla proprio da lei… mi fa sentire come Ulisse che lo stupido Ciclope chiamava Nessuno!”.

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento