Vuoi la tua pubblicità qui?
05 Agosto 2021

Pubblicato il

Vetralla, i cittadini chiedono aiuto al gruppo Striscia Vetralla

di Redazione

I cittadini di Vetralla hanno ormai trovato nel gruppo Facebook "Striscia Vetralla" un importante punto di riferimento per segnalare disagi e problematiche varie della città. Del resto il gruppo creato da Gennaro Giardino può contare quasi 17 mila iscritti ed è ormai una realtà ampiamente consolidata tra i vetrallesi. L'ultima segnalazione è giunta da un cittadino che mette in evidenza le difficoltà che trovano gli autisti dei pulmini nel parcheggio antistante la scuola media di Cura.

Vuoi la tua pubblicità qui?

"Vorrei portare alla tua attenzione e a quella di tutti i genitori dei ragazzi che frequentano la scuola media di Cura di Vetralla – scrive in forma anonima il cittadino a Gennaro Giardino –  e i cui figli devono prendere lo scuolabus, questa problematica. Il comune di Vetralla ha posto lungo la strada di via S. Angelo dei cartelli di divieto di sosta ben visibili, lungo il muro di confine della Chiesa dove gli scuolabus dovrebbero parcheggiare per aspettare in sicurezza, i ragazzi che escono dalla scuola media, ma costantemente questo divieto non viene mai rispettato dagli altri automobilisti che parcheggiano nonostante il divieto, ostacolando il parcheggio dei pulmini ed il normale deflusso delle altre autovetture".

Vuoi la tua pubblicità qui?

"Tutto ciò avviene alle ore 14.00, sono stati allertati più volte i vigili urbani – racconta il cittadino – affinché fossero presenti per garantire il regolare deflusso delle macchine che a quell'ora si recano a prendere i ragazzi che non usufruiscono dello scuolabus. Gli autisti degli scuolabus sono loro malgrado costretti a parcheggiare nel mezzo della carreggiata e costretti anche a simularsi vigili urbani per garantire la sicurezza degli scolari".

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento