Vuoi la tua pubblicità qui?
17 Agosto 2022

Pubblicato il

Vetralla – Località Giardino, discarica a cielo aperto senza controllo

di Redazione
Segnalazioni inviate dai cittadini al noto gruppo di facebook, “Striscia Vetralla”, del blogger Gennaro Giardino

Vetralla – Località Giardino, la discarica a cielo aperto e il degrado che non è controllato da chi ci amministra.  Segnalazioni inviate dai cittadini al noto gruppo di Facebook  “Striscia Vetralla” nella persona del blogger Gennaro Giardino, che  evidenziano una mala gestione amministrativa.  Di seguito scrive un cittadino:  Ciao Gennaro , ti allego le foto della situazione in cui versa strada Giardino.  I cassonetti della differenziata sono stati dati alle fiamme e mai più  rimessi e vengono trovati ribaltati almeno due volte a settimana.

Gli  atti vandalici sono continui, si trovano reti di materassi,  televisori, elettrodomestici e ETERNIT! Il giorno di Natale abbiamo  trovato anche due tombe con tanto di croci e cartelli che recitavano ” qui giace eternit”. Il tutto nella assoluta non curanza delle autorità  preposte alla sicurezza dell’ambiente e dei cittadini! Ti allego le  foto dello scenario raccapricciante di via Giardino a Vetralla. Con  l’occasione voglio ringraziarti perché tramite i tuoi canali sul web  ci dai la possibilità di far valere le nostre ragioni”.

E non mancano i commenti di altri cittadini:  scrive la signora Daniela: “Vetralla ha quello che ha votato”. Titti: “Vetralla avrà anche quel che ha votato, ma le opposizioni sono vive?”  Annalisa: “Ma come è possibile che la gente accetti di vivere in  questo degrado? Quelle bare inquietanti io le ho viste il giorno di  Natale e oggi ancora sono li! Possibile che nessuno si è accorto e  mobilitato quantomeno per rimuovere l’eternit e quelle croci? Io il  degrado che e lo schifo che vedo a Vetralla forse neanche in Africa  l’ho mai visto. La cosa certa è che i signori in comune si  approfittano della troppa pazienza dei cittadini che a testa bassa  accettano di vivere in un paese che viene amministrato in modo  vergognoso.

Siamo già una barzelletta per quanto riguarda le strade e  la situazione idrica, adesso siamo anche una discarica! Questa gente  guarda solo l’orto di casa propria e se ne sbatte altamente di rendere  questo paese un posto migliore….gli scrivi per far presente un  problema e neanche si degnano di risponderti magari inventandosi la  classica scusa dei fondi per la manutenzione bloccati dalla comunità  europea… Strada Giardino è una delle tante zone del comune lasciate  marcire nel degrado con strade non percorribili neanche a piedi senza  il rischio di romperti una caviglia e discariche a cielo aperto!  Quando si decideranno a intervenire sarà comunque sempre tardi”.

Interviene in merito alla gravità segnalata anche il Consigliere di  opposizione di Fratelli d’Italia Giulio Menegali Zelli:  “Sono d’accordo con il fatto che quello che su sta vivendo a Vetralla  in questo anno e mezzo e qualcosa di unico ed spero irripetibile. La  vergogna relativa alla gestione di molti servizi è ormai evidente a  tutti i cittadini anche a chi con il proprio voto decise di sostenere  questa amministrazione. In merito però alla scarsa attività della  minoranza non sono affatto d’accordo. Purtroppo però nonostante la continua ed incalzante azione d’opposizione, comprovabile, da
interrogazioni, mozioni ed acceso agli atti, la maggioranza prosegue  imperterrita con decisioni il cui risultato viene subito quotidianamente dai cittadini. Mi premeva precisare questo. Buona  giornata a tutti”.

Continua la signora Titti “Allora credo sia necessaria una maggiore  informazione ai cittadini. Per quanto ne so io la minoranza, i cui  ambiti di manovra sono indubbiamente ristretti, non è molto presente.”  Continua il Consigliere Zelli: “Posso assicurare che non è così. Per quanto riguarda la comunicazione cercherò di fare di più”. Nel corso del Consiglio Comunale di questa mattina a precisa denuncia di presenza di materiale, probabilmente Eternit, in località Giardino, il Sindaco ha risposto che non è a conoscenza della situazione. Naturalmente è stata richiesta la rimozione tempestiva e l’attivazione del bando per la raccolta differenziata che secondo quanto stabilito dal Tar doveva avvenire ad aprile 2017. Giardino: mi auguro che in merito alla gravità segnalata chi di dovere faccia interventi urgenti.

 

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo