Vuoi la tua pubblicità qui?
05 Dicembre 2021

Pubblicato il

Viterbo, pene ridotte in Appello per l’omicidio Zappa

di Redazione
Il professore fu ucciso da un commando di 4 romeni durante una rapina

Due ergastoli trasformati in una condanna a vent'anni di reclusione; le pene di 16 e 12 anni inferte in primo grado ai due "pali", ridotte rispettivamente a 10 e 8.

Vuoi la tua pubblicità qui?

La Corte d'Appello di Roma ha fatto sconti agli autori dell'omicidio di Ausonio Zappa, il professore 82enne rapinato e massacrato di botte nella sua villa di Bagnaia, alla periferia di Viterbo, nel marzo del 2012. L'anziano morì dopo alcuni giorni di coma per le percosse ricevute con calci, pugni e una spranga di ferro.

Vent'anni, dunque ad Adrian Saracil e al diciannovenne Cosmin Oprea; 10 anni di carcere per
Trifan Petrica (figlio di una ex badante della vittima) e 8 per Daniel Oprea, ventenne il primo,
di cinque anni più grande il secondo.

La Corte ha deciso poco fa, mitigando di fatto quanto stabilito dai giudici viterbesi con rito abbreviato nel primo grado.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Una differenza di pena dovuta al fatto che solo i primi due sono entrati nella villa e hanno aggredito il proprietario di casa.

 

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo

Vuoi la tua pubblicità qui?