Vuoi la tua pubblicità qui?
14 Aprile 2021

Pubblicato il

Zingaretti a Cassino:”Ci sono più treni perché paghiamo debiti”

di Redazione

Il governatore si è recato a Cassino per l'inaugurazione del nuovo treno Vivalto

"Oggi ci sono più treni perché paghiamo i debiti, paghiamo i fornitori, le cose stanno migliorando e il beneficio è per i cittadini". Lo ha dichiarato il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, che nella giornata odierna si è recato a Cassino per presentare un nuovo treno Vivalto insieme all'Amministratore delegato di Trenitalia, Vincenzo Soprano, all'assessore regionale alle Politiche del Territorio, alla Mobilità e ai Rifiuti, Michele Civita, e al sindaco di Cassino, Giuseppe Golini Petrarcone. Il treno sarà in funzione sin da domani sulla tratta FL6 (Roma Termini – Frosinone – Cassino). L'obiettivo principale è migliorare l'efficienza del servizio per i pendolari che utilizzano la linea che dal comune in provincia di Frosinone e dai comuni limitrofi, arriva a Roma passando per il capoluogo di provincia. Si tratta di una linea strategica per la mobilità su ferro del Lazio e per tantissimi viaggiatori che quotidianamente raggiungono Roma. Il nuovo Vivalto composto da 6 carrozze di cui una semipilota, ha una capacità di trasporto di circa 1.000 passeggeri, di cui 700 seduti, ed è dotato di impianto di climatizzazione, di monitor per la diffusione di video informativi, di videosorveglianza a circuito chiuso, di zona attrezzata per i disabili e di un'area polifunzionale attrezzata anche per il trasporto delle biciclette.

 "Oggi arriva un nuovo treno – ha proseguito Zingaretti – e dopo la sottoscrizione di un protocollo con la regione Molise non sarà soppressa nessuna corsa. Io mi auguro che arrivi un messaggio a tutti i cittadini di Cassino. Le cose cambiano e possono cambiare, nel Lazio con i fatti. Noi sappiamo che il tema del pendolarismo è uno dei problemi più grandi di questa Regione e anche di questo territorio, ce lo dicono i pendolari, le associazioni, i sindaci. E purtroppo non c'era una risposta".

Vuoi la tua pubblicità qui?

"Da oggi – ha sottolineato il governatore – ci saranno più treni sulla Cassino-Roma Roma-Cassino, più corse e treni più puliti, perché grazie ad un investimento delle Ferrovie qui ci sarà la piattaforma lavaggio treni che offrirà quindi un servizio di qualità. Questa è una bella notizia perché dimostra che le cose cambiano e in meglio perché sono le conferme del buon governo.

Soddisfatto anche l'amministratore delegato di Trenitalia, Vincenzo Soprano:"Oggi – ha dichiarato –  per noi la regione Lazio è un cliente importantissimo ed anche affidabile nei pagamenti. Il che significa che con serietà possiamo investire perché ci confrontiamo con un cliente affidabile. Lo sforzo dell'amministrazione di mettere i conti in ordine è quello che consente le cose che vediamo oggi". Soprano ha evidenziato che gli investimenti " non hanno avuto un euro di sovvenzione pubblica. Tutte queste risorse derivano dal contratto che Trenitalia ha con la regione Lazio. Trenitalia ha preso soldi a debito presso le banche, si e' indebitata e, grazie ai flussi che vengono da questo contratto, a proprie spese ha potuto fare l'investimento" mettendo anche risorse proprie al di la' del contratto. specifiche per l'acquisto dei treni".

Vuoi la tua pubblicità qui?

Oltre alla presentazione del treno Vivalto, nella giornata odierna è stata Inaugurata inoltre una nuovissima Platea di lavaggio, i cui lavori di ammodernamento e di ampliamento sono costati a Trenitalia circa 300.000 euro, all'interno della quale lavoreranno 25 unità di personale dei servizi di pulizia. Si tratta di una struttura che consentirà 25 interventi di pulizia al giorno, compreso il lavaggio esterno di almeno tre treni al giorno e la rimozione dei graffiti. Nei mesi scorsi Regione Lazio e Trenitalia avevano siglato un accordo che modificava la convenzione attuativa del Contratto di Servizio certificando lo sblocco e la disponibilità di 35 milioni di euro di fondi regionali che consentiranno di completare l'acquisto dei 26 treni. Dei 26 nuovi treni previsti per i pendolari del Lazio ne sono stati consegnati nove, di cui tre dallo scorso mese di luglio 2013. Il decimo treno è in arrivo tra un mese e via via proseguiranno le consegne dei convogli fino al completamento della nuova flotta, entro i primi mesi del 2015. 

 

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento