Vuoi la tua pubblicità qui?
02 Luglio 2020

Pubblicato il

Ztl, in calo le sanzioni negli ultimi giorni

A Viterbo 73 infrazioni dal 12 al 20 febbraio

Varchi elettronici su Corso Italia, infrazioni in diminuzione negli ultimi giorni. 73 le violazioni accertate dal 12 al 20 febbraio. Nessun trasgressore il giorno 16. Per il resto, il picco massimo è stato raggiunto il 18 febbraio con 12 violazioni. Numeri decisamente inferiori rispetto alle prime due settimane dopo l'entrata in funzione dei varchi elettronici su Corso Italia. Delle 73 infrazioni, 31 sono state commesse in via della Sapienza, 26 all'ingresso da piazza Verdi. 8 invece all'intersezione con via Mazzini e 8 al varco di piazza del Plebiscito con ingresso su via Roma. Guardando invece ai 9 giorni precedenti (dal 3 all'11 febbraio) se ne contano 107. 337 sono invece le violazioni complessive, accertate dal 25 gennaio al 20 febbraio.
Le infrazioni riguardano tutti quei veicoli che, non rientrando nell'elenco degli autorizzati (casi previsti per diversamente abili, forze dell'ordine, mezzi di soccorso e altri casi di comprovata esigenza), non hanno rispettato gli orari di accesso su Corso Italia. Orari rimasti invariati rispetto al passato: ovvero zona off limits alle auto dalle 10,30 alle 13 e dalle 15 alle 20.

“I numeri registrati in queste ultime due settimane parlano chiaro – ha sottolineato il sindaco Giulio Marini -: nettamente in calo le violazioni da parte degli automobilisti, con una media giornaliera di 8 accessi non autorizzati. Casi tutti accertati e verificati singolarmente attraverso le immagini di contesto, che consentono di evidenziare veicolo e zona di accesso, e le immagini focalizzate sulla targa del mezzo. Continueremo a segnalare periodicamente il numero di infrazioni accertate per ricordare l'esistenza e il funzionamento dei varchi elettronici. Visti i risultati anche questo metodo sembra confermarsi un buon deterrente contro gli ingressi non autorizzati o effettuati al di fuori degli orari consentiti”.

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento

Condividi