Vuoi la tua pubblicità qui?
27 Settembre 2020

Pubblicato il

Caso Cucchi, colpo di scena: 2 carabinieri imputati chiedono essere parte civile

di Redazione

Questa mattina i carabinieri Labriola e Di Sano, hanno chiesto al giudice di costituirsi parti civili nel procedimento contro i colleghi coimputati Cavallo e Soligo

Colpo di scena al processo a carico degli otto carabinieri accusati dalla procura di aver "depistato" l'inchiesta sul pestaggio in caserma di Stefano Cucchi. Questa mattina i carabinieri Massimiliano Colombo Labriola e Francesco Di Sano, entrambi imputati nel processo sui "depistaggi", hanno chiesto al giudice Giulia Cavallone di costituirsi parti civili nel procedimento contro i colleghi coimputati Francesco Cavallo e Luciano Soligo.

Vuoi la tua pubblicità qui?

La motivazione, hanno spiegato i legali dei due carabinieri, sarebbe da ricercare nell'obbligo come militari di eseguire ordini arrivati dai superiori: il tenente colonnello Cavallo e il tenente colonnello Soligo. Per questo la decisione di costituirsi parti civili contro i due superiori gerarchici, anche loro imputati nel processo. "L'ordine fu dato da chi insistendo sulla modifica sapeva qualcosa di più – ha spiegato uno dei legali – Labriola e Di Sano hanno subito un danno di immagine, da questo punto di vista siamo nella stessa posizione degli agenti di polizia penitenziaria". (Ago/ Dire)

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento