Vuoi la tua pubblicità qui?
26 Settembre 2021

Pubblicato il

CC di Latina, tutte le operazioni per il controllo del territorio

di Redazione
Arresti e denunce a Sermoneta, Scauri, Terracina e Sperlonga

Ieri, 22 giugno, i carabinieri della locale stazione di Sermoneta hanno tratto in arresto per i reati di “violenza e resistenza a pubblico ufficiale e lesioni personali”, un 46enne di origini libanesi ma residente a nella cittadina pontina. L’uomo, essendo stato oggetto di notifica di ordinanza applicativa di misura cautelare non detentiva consistente nell’allontanamento dalla casa familiare, opponeva resistenza, inveendo anche con ingiurie e minacce nei confronti dei militari operanti, causando a uno di essi lesioni giudicate guaribili in 2 giorni dai sanitari del locale nosocomio. L’arrestato veniva associato alla Casa Circondariale di Latina a disposizione dell’A.G.

Sempre ieri, i militari della dipendente stazione carabinieri di Scauri, a conclusione di specifica attività d’indagine, deferivano in stato di libertà per il reato di “furto aggravato” un 51enne del luogo. Il predetto, a seguito di denuncia sporta da altro cittadino, veniva riconosciuto quale autore del furto del borsello di quest’ultimo contenente all’interno un telefono cellulare e la somma in contanti di 70 euro attraverso le immagini estrapolate dalle telecamere dell’impianto di videosorveglianza installate all’interno di uno stabilimento balneare.

Ancora in data 22 giugno, i militari dell’arma di Terracina, a conclusione di specifica attività investigativa scaturita da una rapina consumatasi in data 1 luglio 2016 ai danni di un 44enne del luogo, al quale fu sottratto un orologio marca “Rolex”, identificavano e deferivano in stato di libertà per concorso nei reati di “rapina aggravata in concorso e porto abusivo di armaun 44enne ed un 30enne della provincia di Napoli in quanto responsabili della rapina di cui sopra.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Oggi, 23 giugno, i militari dell’arma di Sperlonga, a conclusione di specifica attività investigativa, identificavano e deferivano in stato di libertà per il reato di “truffa in concorso” un 27enne della provincia di Napoli, un 27enne della provincia di Taranto ed un 42enne di origini rumene. I predetti, con artifici e raggiri, riuscivano a prelevare dalla Postepay di un 20enne di Sperlonga, la somma di 1.155 euro accreditandola sui rispettivi conti correnti.

Vuoi la tua pubblicità qui?
 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo