Vuoi la tua pubblicità qui?
11 Giugno 2021

Pubblicato il

9 maggio 2021

Covid nel Lazio: calano tutti i numeri della pandemia. Medici di famiglia sul piede di guerra

di Redazione

Il quadro della pandemia da Coronavirus a Roma e nel Lazio

covid lazio vaccinazioni medici di famiglia
Vaccinazioni, medici di famiglia

“Oggi su oltre 12 mila tamponi nel Lazio (-3.915) e oltre 16 mila antigenici per un totale di oltre 28 mila test, si registrano 788 casi positivi (-211), 10 i decessi (-5) e +1.300 i guariti. Diminuiscono i casi, i decessi, i ricoveri e le terapie intensive. Il rapporto tra positivi e tamponi è a 6%, ma se consideriamo anche gli antigenici la percentuale scende al 2%.

Visita a sorpresa a Rieti per verificare le modalità dell’Open Day. Ringraziamenti alle operatrici e gli operatori sanitari. Grande successo di adesione. 

Roma

I casi a Roma città sono a quota 300.

Nella Asl Roma sono 156 i casi nelle ultime 24 ore e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registra un decesso con patologie

Nella Asl Roma 2 sono 184 casi nelle ultime 24 ore e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registrano tre decessi con patologie. 

Nella Asl Roma 3 sono 47 i casi nelle ultime 24 ore e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Nella Asl Roma 4 sono 40 casi nelle ultime 24 ore e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Nella Asl Roma 5 sono 101 casi nelle ultime 24 ore e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registra un decesso con patologie.

Nella Asl Roma 6 sono 58 casi nelle ultime 24 ore e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto

Province

Nelle Province si registrano 210 casi e sono cinque i decessi nelle ultime 24 ore.

Nella Asl di Latina sono 88 i nuovi casi e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registra un decesso di 84 anni con patologie.

Nella Asl di Frosinone si registrano 64 nuovi casi e si tratta di casi isolati a domicilio, contatti di un caso già noto o con link familiare.

Nella Asl di Viterbo si registrano 37 nuovi casi e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registrano tre decessi di 74, 90 e 93 anni con patologie.

Nella Asl di Rieti si registrano 21 nuovi casi e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registra un decesso di 92 anni con patologie” commenta l’Assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato.

Incontro con la FIMMG del Lazio

“Si terrà nella giornata di domani (lunedì 10 maggio, ndr) un incontro con i vertici della FIMMG Lazio per fare il punto sulle strategie vaccinali e sulle richieste avanzate dalla Federazione italiana dei medici di medicina generale. L’incontro servirà a fare un aggiornamento del piano e stabilire assieme le ulteriori strategie della campagna vaccinale. I medici di medicina generale rimangono un perno insostituibile nella lotta alla pandemia“. Lo ha annunciato lo stesso Assessore D’Amato.

FIMMG del Lazio in procinto di scioperare

La Federazione Italiana Medici di Famiglia del Lazio dichiara lo stato di agitazione della categoria dopo aver constatato, da parte della Regione Lazio, il mancato rispetto degli accordi integrativi sottoscritti relativamente alla vaccinazione anti SARS Cov 2 negli studi dei medici di famiglia.

“A noi non danno vaccini, ma ogni giorno aprono un nuovo hub” 

“Nonostante i nostri ripetuti appelli la Regione Lazio sceglie di aprire ogni giorno nuovi hub per la somministrazione di vaccini contingentando le dosi richieste ai medici di famiglia”, è scritto nel documento della FIMMG del Lazio.

“Se negli hub, viene utilizzato per tutti il vaccino Pfizer a prescindere dall’età e dalle patologie questo viene invece centellinato o del tutto negato ai medici di medicina generale che hanno dovuto disdire gli appuntamenti.

Ci chiediamo quanto costi in termini di denaro pubblico e di personale mantenere un siffatto sistema di vaccinazione che, nonostante i proclami, in quattro mesi, ha raggiunto solo 1.505.885 somministrazioni per la prima dose e solo 738.000 (dati Salute Lazio ) con entrambe le dosi su 4.947.992 cittadini (dati Istat) da vaccinare con 2 dosi”. Così la nota diffusa l’8 maggio dall’organizzazione sindacale e associazione professionale dei Medici di Medicina Generale del Lazio.

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Condividi questa notizia per primo

Scorri lateralmente questa lista

Seguici per rimanere aggiornato

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento