Vuoi la tua pubblicità qui?
04 Luglio 2020

Pubblicato il

Dal carcere al tribunale

False operazioni che hanno portato al fallimento di Midal e all'arresto dei cinque responsabili

Pagamenti per oltre 4 milioni di euro a favore di società estere eseguiti dalla Midal, a fronte di fatture per operazioni che non sono mai avvenute.

Le indagini hanno accertato che i cinque arrestati per fallimento -Sergio Gasbarra, Paolo Barberini, Sandro Silenzi, Rosanna Izzi e Ivo Lucarelli- hanno effettuato numerose falsificazioni dei bilanci della società Midal, gonfiandoli in maniera sproporzionata, indicando voci attive per oltre 40 milioni di euro. Poco prima del dichiarato fallimento, i cinque hanno tentato di cedere alcuni immobili, tentando di versare tutto sui conti personali.

I responsabili del fallimento di Midal verranno interrogati presso il tribunale di Latina dal giudice Costantino De Robbio, dopo che avranno lasciato il carcere di Roma.

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento

Condividi