04 Marzo 2021

Pubblicato il

Sanità ed equità sociale

Dopo il Lazio, l’Abruzzo: priorità vaccino anti-Covid per disabili con gli over 80

di Redazione

Dopo il Lazio, l'Abruzzo inserisce i disabili tra le categorie che riceveranno il vaccino anti-Covid con priorità, insieme agli over 80

Vaccino Covid

I disabili riceveranno il vaccino anti-Covid con gli anziani. L’ordinanza per l’inclusione dei disabili tra le fasce più a rischio e quindi che necessitano con urgenza del vaccino, è stata firmata dal presidente della regione Abruzzo Marco Marsilio.

Essa prevede quindi che tra le categorie a essere vaccinate contro il Covid-19 con priorità dopo medici e operatori sanitari, ci siano disabili e over 80.

Vuoi la tua pubblicità qui?

L’unica Regione che si era mossa era stata il Lazio che con una propria determinazione ha inserito nella “fase 2” dell’immunizzazione della popolazione, le “persone con comorbidità severa, immunodeficienza e/o fragilità di ogni età“.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Prenotazioni dal 18 febbraio per vaccino anziani e disabili

Dopo il Lazio è l’Abruzzo la seconda regione a inserire i disabili in questa fascia con gli anziani.

Si comincerà dal 18 febbraio, con lo slittamento della campagna vaccinale, a causa dei ritardi dell’azienda Pfizer. Potranno registrarsi al sistema di prenotazione dal 18 gennaio in Abruzzo, gli anziani dagli 80 anni e disabili per ricevere le somministrazioni.

Per accedere alla piattaforma per la vaccinazione, gli utenti dovranno collegarsi al portale sanita.regione. abruzzo.it e cliccare nella sezione servizi online.

Della questione ne parla in questo breve video il neuropsichiatra infantile Antonio Guidi, già Ministro per la Famiglia.

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento