Vuoi la tua pubblicità qui?
20 Settembre 2020

Pubblicato il

Fdi non ha fretta

Fdi: candidato sindaco di Roma si saprà in autunno, di certo non sarà Giorgia Meloni

di Redazione

"Occorre un profilo che conosca bene la città e che sia conosciuto nella città, che non debba passare mesi o anni per imparare ad amministrare"

fdi candidato sindaco di roma
Palazzo Senatorio, sede amministrativa del Comune di Roma

Chi sarà il nome del candidato sindaco di Roma di Fdi?

Fratelli d’Italia non ha fretta. Il nome del candidato sindaco in vista delle elezioni del 2021 di Roma non arriverà presto, di certo non prima delle elezioni amministrative del 20 settembre. Questo il punto di vista del partito di Giorgia Meloni all’indomani dell’annuncio del sindaco di Roma, Virginia Raggi, sulla sua ricandidatura.

L’accelerazione data dalla sindaca non scompone Fdi. A quanto apprende l’agenzia Dire Fratelli d’Italia “stringerà i tempi sul nome del candidato in autunno, in coordinamento con gli alleati”.

Fdi, candidato sindaco di Roma: i nomi

Ad oggi non c’è alcun nome sicuro: Giorgia Meloni, il cui nome ricorre spesso, di certo non farà parte della partita: in questo momento la leader è concentrata sulla partita nazionale, forte dei numeri sempre più in crescita del suo partito.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Fabio Rampelli, da sempre tirato in ballo, preferirebbe non dover scendere in campo, anche se potrebbe essere convinto dai suoi. Inoltre per lui si ipotizza un futuro alla Regione, così come per l’attuale capogruppo alla Camera, Francesco Lollobrigida, che in passato è stato sia consigliere che assessore.

Altri due nomi usciti recentemente, appartenenti a partiti alleati, ovvero Franco Frattini, più vicino a Berlusconi, e Flavio Cattaneo, di area Lega, si sono sfilati. Il capogruppo in Assemblea capitolina, Andrea De Priamo, ha fatto sapere “di non credere alla formula salvifica del candidato della società civile.

Il profilo ideale secondo Fratelli d’Italia

Occorre un profilo che conosca bene la città e che sia conosciuto nella città, che non debba passare mesi o anni per imparare ad amministrare, ed in questo senso un profilo politico con adeguato curriculum può essere ideale.

In ogni caso credo che subito dopo le prossime regionali ci sarà una forte accelerazione nel senso della scelta del nome”.

Insomma, come per l’altro partito forte di Roma, il Pd, anche Fdi vuole aspettare l’esito delle elezioni per prendere in mano la questione. Troppo forte il rischio di bruciare in anticipo un nome importante nel caldo infernale dell’estate della ricandidatura della sindaca.

(Zap/ Dire) 

 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento