Vuoi la tua pubblicità qui?
30 Ottobre 2020

Pubblicato il

Frascati, Carabinieri arrestano autori dell’omicidio Colella

di Redazione

La guardia giurata era stata freddata il 27 marzo con 8 colpi di pistola da due 40enni su mandato di un 65enne

Nella giornata del 16 aprile, dopo meno di un mese di serrate indagini, i Carabinieri del Nucleo Investigativo di Frascati hanno eseguito il decreto di fermo emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Roma, nei confronti di tre uomini tutti romani ritenuti essere il mandante (un uomo incensurato classe 1949) e i materiali esecutori (due quarantenni con pregiudizi penali) dell’omicidio della guardia giurata Giuliano Colella di 35 anni. La sera del 27 marzo, alle ore 20.00 circa, in Roma, via di Rocca Cencia, nel parcheggio antistante l’inceneritore dell’AMA, la guardia giurata è stata freddata con 8 colpi di pistola cal. 7.65, decedendo sul colpo.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Le indagini, sin dai primi momenti, sono risultate particolarmente difficili a causa dell’assenza di testimoni oculari in grado di fornire particolari utili. Il grave fatto di sangue, secondo quanto emerso, sarebbe l’esito di una serie di litigi tra la vittima e il mandante, per la restituzione di una considerevole somma di denaro di cui il secondo era debitore nei confronti della famiglia della vittima. La sera del 27 marzo all’appuntamento con la vittima si sono presentati i due sicari che hanno freddato la guardia giurata.

Vuoi la tua pubblicità qui?

Le indagini hanno portato a riscontrare la pericolosità dei tre indagati e soprattutto il concreto rischio che si potessero rendere irreperibili, per questo motivo nella giornata del 16 aprile è stato eseguito il provvedimento di fermo del Pubblico Ministero con contestuale richiesta di applicazione di misura cautelare che, nelle prossime ore, sarà sottoposto alla convalida del GIP presso il Tribunale di Roma. I tre fermati si trovano al momento ristretti presso il carcere romano di Regina Coeli.

Vuoi la tua pubblicità qui?
 
Vuoi la tua pubblicità qui?

Sostieni il nostro giornalismo


Nessun commento